Certificati di investimento (122 lettori)

albicocco

Forumer storico
Registrato
13 Gennaio 2009
Messaggi
1.867
A proposito di “memoria”, argomento da giorni imperante sul forum, si può avere un’idea di quanto incida la sua presenza sul tasso cedolare offerto per un certificato cash flow?

Dati due certificati emessi con tutte le caratteristiche identiche, però uno con la memoria l’altro senza, quest’ultimo quanto dovrebbe offrire in più come cedola?
 

triale

Forumer storico
Registrato
23 Febbraio 2005
Messaggi
3.212
comunque è certo che chi ha redatto il kid ha commesso un grave errore danneggiando moltissimi risparmiatori compreso il sottoscritto.Possibile che non sia chiamato a risponderne ? come già è stato scritto il kid non è una brochure pubblicitaria ma un documento legale necessario per trattare in borsa un certificato. Ammesso e non concesso che non abbia valore a che serve?
 

gianni76

Forumer storico
Registrato
2 Gennaio 2010
Messaggi
1.814
Buongiorno a tutti,

Pierpaolo e C&D non hanno certo bisogno di un (peraltro pessimo) avvocato difensore ma, vista non solo l'amicizia che mi lega a lui da lungo tempo, ma anche la professionalità da lui e dal tuo team dimostrata in ogni occasione, mi sento di far presente che non ha alcun obbligo nei nostri confronti (nemmeno in quelli di chi, come me, è abbonato al CedLab, il cui contratto non prevede alcun tipo di tutela in casi simili), e che anzi dovremmo ringraziarlo per spendersi (come sempre) a titolo gratuito anche in quest'occasione.
questa è una risposta assolutamente che non capisce il punto fatto notare.

Pierpaolo ha speso anni della sua vita a portare avanti i certificates e lo si vede nel lavoro pubblicato.
Lui e C&D hanno interesse (sia per esperienza, affetto, ma anche economico) che il settore cresca o quantomeno che non vada alla deriva per episodi incresciosi come il mancato rispetto di un KID.
Se centinaia di utenti perdono comunque fiducia e smettono di investire in questi prodotti (portando via xx milioni di euro), la perdita non è di CS, ma di tutto il settore.

Per questo chi è protagonista, come lui, sono certo lotterà con unghie e denti, per tutti, per fare rispettare le regole,come già fa in casi di episodi particolari strani (mancato pagamento di cedole ecc.). E questo impegno non è per un obbligo legale, ma proprio per coerenza con il lavoro fatto per anni e con la crescita desiderata nel settore. Il rispetto delle regole da parte di tutti i protagonisti (emittenti e banche in primis) è la base per una crescita serena del settore e chi ci lavora lo sa.
 
Ultima modifica:

sterubb

Forumer storico
Registrato
25 Novembre 2013
Messaggi
1.042
Ora vi racconto una storia vera .Tanti anni fa,prima che nascesse il 3d,comprai un bonus su Volkswagen emesso da Bnp.Seguivo fiducioso ogni giorno l’andamento del titolo e del sottostante sulla scheda Bnp che aggiornava quotidianamente il prezzo.Un bel giorno mi accorsi che il bonus era andato in sofferenza .Sapete cos’era successo : la scheda Bnp,per errore ,aveva scritto che il bonus era su Volkswagen mentre era su Volkswagen priv. ,che nel frattempo aveva rotto la barriera .Ho ingaggiato mio cugino avvocato e non ci è stato verso,la scheda non aveva nessun valore contavano solo i final terms ,nonostante fosse clamorosamente errata!!!
direi che il tuo esempio non contraddice, ma rafforza tutto quello detto qua negli ultimi gg. Quando anni fa si aveva come unico supporto dall'emittente una brochure è chiaro che questa non avesse nessun valore legale a cui attaccarsi in caso di controversie. Proprio per superare questo limite dal legislatore sono stati introdotti i KID che a differenza della brochure pubblicitaria hanno un valore. Ora, senza ripetersi, è vero che in caso di discordanza l'ultima parola spetta ai FT, ma il KID rimane uno strumento legale, creato per aiutare e proteggere l'investitore retail e se un emittente distribuisce un documento errato (che di conseguenza fa compiere scelte errate) l'errore e innegabile e, a mio parere, non può passare tutto in cavalleria senza che nessuno debba rispondere dell'errore commesso
 

pinguino

Nuovo forumer
Registrato
25 Giugno 2020
Messaggi
109
Io rimango basito... però il prezzo dopo lo stacco era troppo strano,doveva esserci qualcosa sotto...cosa state facendo voi, aspettiamo notizie da Leon ovviamente,ma nel frattempo state chiamando l'intermediario,eventualmente c'è un numero per chiamare l'emittente?
 

FNAIOS

Registrato
28 Gennaio 2012
Messaggi
7.248
Località
Dentro il Raccordo Anulare. Sopra le righe.

gianni76

Forumer storico
Registrato
2 Gennaio 2010
Messaggi
1.814
Io rimango basito... però il prezzo dopo lo stacco era troppo strano,doveva esserci qualcosa sotto...cosa state facendo voi, aspettiamo notizie da Leon ovviamente,ma nel frattempo state chiamando l'intermediario,eventualmente c'è un numero per chiamare l'emittente?
Io suggerisco:
- fare copia pdf di tutte le contabili di vendita post 21/7 e cedole ricevute
- predisporre reclamo formale (scritto) contro il proprio intermediario finanziario (banca/sim), che è l'unica interfaccia ufficiale che si ha in prima istanza. La causa di lamentela ovviamente sarà la mancata ricezione di 5 cedole arretrate attese, come da indicazioni del KID, che va citato nel reclamo e allegato.
- attendere risposta al reclamo e valutare eventuali passi fatti nel frattempo dall'emittente (Credit Suisse) con il tramite negoziale di C&D.

Ovviamente il reclamo si può fare solo dopo aver ricevuto una cedola.
Molti intermediari finanziari (fra cui Webank) ancora non hanno provveduto ad accreditare proprio nulla (in ritardo come sempre).
 

FNAIOS

Registrato
28 Gennaio 2012
Messaggi
7.248
Località
Dentro il Raccordo Anulare. Sopra le righe.
Io suggerisco:
- fare copia pdf di tutte le contabili di vendita post 21/7 e cedole ricevute
- predisporre reclamo formale contro il proprio intermediario finanziario (banca/sim), che è l'unica interfaccia ufficiale che si ha in prima istanza.
- attendere risposta al reclamo e valutare eventuali passi fatti nel frattempo dall'emittente (Credit Suisse) con il tramite negoziale di C&D.
Secondo me l'intermediario qui non c'entra nulla perché non credo sia responsabile della verifica della correttezza di documenti emessi da terzi, bisognerebbe vedere il contratto te/intermediario.
E' come un rivenditore d'auto: può non accorgersi che il manuale di istruzioni è sbagliato, quello è in capo alla casa madre.

Magari l'intermediario può essere messo in copia, ma i danni si chiedono ai responsabili.

Se invece è responsabile anche l'intermediario...
 

Dave85

Forumer attivo
Registrato
27 Gennaio 2021
Messaggi
748
questa è una risposta assolutamente che non capisce il punto fatto notare.

Pierpaolo ha speso anni della sua vita a portare avanti i certificates e lo si vede nel lavoro pubblicato.
Lui e C&D hanno interesse (sia per esperienza, affetto, ma anche economico) che il settore cresca o quantomeno che non vada alla deriva per episodi incresciosi come il mancato rispetto di un KID.
Se centinaia di utenti perdono comunque fiducia e smettono di investire in questi prodotti (portando via xx milioni di euro), la perdita non è di CS, ma di tutto il settore.

Per questo chi è protagonista, come lui, sono certo lotterà con unghie e denti, per tutti, per fare rispettare le regole,come già fa in casi di episodi particolari strani (mancato pagamento di cedole ecc.). E questo impegno non è per un obbligo legale, ma proprio per coerenza con il lavoro fatto per anni e con la crescita desiderata nel settore. Il rispetto delle regole da parte di tutti i protagonisti (emittenti e banche in primis) è la base per una crescita serena del settore e chi ci lavora lo sa.
Ciao ragazzi, prima di tutto dico velocemente che da molto tempo non riesco più a scrivere ma vi seguo sempre con affetto...sono anche io su questa sciagurata nave di CS e mi permetto solo di dire che concordo nel ritenere Pierpaolo un potenziale "mezzo" per scardinare questi meccanismi che diverse volte sono veramente diabolici per l'investitore.
Scommetto che se lui chiamasse il suo amico Emerick di Class e chiedesse di trattare il tema dentro lo speciale certificati del Venerdì, riportando le rimostranze di tutti noi, un secondo dopo CS ci chiamerebbe chiedendo scusa e pagando il dovuto. Oramai il Marketing ha più potere degli avvocati, e poi sarebbe interessante capire fino a dove i "tenutari" dei nostri diritti come C&D e Class sono disposti ad arrivare per mettere in riga certi player del mercato che oggettivamente rischiano di far uscire molti da questo tipo di investimenti, andando su bot e azioni per evitare questi casini.
Vi seguo sempre e affronterò questa battaglia insieme a voi...
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 122)

Alto