Bonifico Padre-Figlio per acquisto autovettura (1 Viewer)

Registrato
22 Ottobre 2010
Messaggi
1
Buongiorno,
vorrei un consiglio da un esperto in materia finanziaria e bancaria riguardo il seguente argomento:
Mio padre (neo-pensionato) con una parte della liquidazione e cmq da suoi fondi bancari, vorrebbe regalarmi un'autovettura nuova, non auto di lusso, dal costo di ca 15/17 mila euro. Dal momento che sono un libero professionista con P.Iva, come dobbiamo comportarci ?
E' meglio fare un bonifico con causale ad ex "prestito gratuito" oppure con donazione per acquisto autovettura ?
Oppure è meglio che paghi lui con ass.circolare direttamente la concessionaria (ma l'auto va intestata a me, quindi cmq potrebbero sorgere problemi) ?
Onde evitare controlli da parte della Finanza ed evitare che tale somma vada a creare problemi con le ns dichiarazioni dei redditi.
Come tutelarsi contro eventuali verifiche o controlli, come quindi essere in regola senza violare alcuna normativa ?
Grazie per eventuali risposte.
 

quicksilver

Forumer storico
Registrato
6 Settembre 2004
Messaggi
8.579
se non ottieni risposta vediamo di spostarti nel forum banche e conti correnti

intanto: normalmente non ci sono problemi secondo me, sono cose tra parenti stretti, la partita IVA però è da valutare, ma l'auto la intesti all'azienda?
e poi: sei figlio unico o hai fratelli/sorelle? perchè alla fine forse l'unico appunto che potrebbe esserti mosso è una questione sulle quote di eredità
 

gio.bar

Forumer storico
Registrato
6 Luglio 2008
Messaggi
3.380
Bonifico padre figlio con causale "regalo per acquisto auto" e vai sul sicuro.
Chiaro, semplice, opponibile a qualsiasi controllo.
Proprio qualche giorno fa sul Sole 24 ore si analizzava il problema.
Il redditometro in futuro ci farà documentare tutto, predisponiamoci fin da ora...

:ciao:
 

EUGE

Senior Utente
Registrato
5 Gennaio 2004
Messaggi
949
Località
a SudOvest di Sonora
Buongiorno,
vorrei un consiglio da un esperto in materia finanziaria e bancaria riguardo il seguente argomento:
Mio padre (neo-pensionato) con una parte della liquidazione e cmq da suoi fondi bancari, vorrebbe regalarmi un'autovettura nuova, non auto di lusso, dal costo di ca 15/17 mila euro. Dal momento che sono un libero professionista con P.Iva, come dobbiamo comportarci ?
E' meglio fare un bonifico con causale ad ex "prestito gratuito" oppure con donazione per acquisto autovettura ?
Oppure è meglio che paghi lui con ass.circolare direttamente la concessionaria (ma l'auto va intestata a me, quindi cmq potrebbero sorgere problemi) ?
Onde evitare controlli da parte della Finanza ed evitare che tale somma vada a creare problemi con le ns dichiarazioni dei redditi.
Come tutelarsi contro eventuali verifiche o controlli, come quindi essere in regola senza violare alcuna normativa ?
Grazie per eventuali risposte.
fatti dare i contanti oppure fatti fare un bonifico con causale "prestito"

e ricorda che quello che non è proibito è permesso ... non farti più schiavo di quello che già sei
 

AranciaMeccanica

ecchetelodicoafare...
Registrato
13 Febbraio 2009
Messaggi
1.071
Località
Caserta
fatti dare i contanti oppure fatti fare un bonifico con causale "prestito"

e ricorda che quello che non è proibito è permesso ... non farti più schiavo di quello che già sei
Innanzi tutto la macchina in contanti non può comprarla perchè il prezzo è superiore a 5000 euro, ed anche se il limite predetto non operasse, l'acquisto "fiscalmente" si considererebbe eseguito dal figlio e, quindi, in qualsiasi momento l'AdE potrebbe sottoporre ad indagine il reddito del figlio......ricordo che fiscalmente è provabile solo quello che è documentabile, quindi i contanti e la loro provenienza non sono provabili, nè documentabili....con ogni probabilità quindi l'AdE avvierebbe una procedura contro il contribuente.
Secondo: scrivendo "prestito" come causale sul bonifico, siamo lì....il prestito va rimborsato e, quindi, presuppone un reddito futuro, eventualmente da accertarsi.
Meglio il bonifico con causale "regalo", meglio se dell'importo esatto dell'acquisto o, anche, pagamento dell'auto con assegno di cc intestato al padre, ovviamente con auto intestata al figlio, il che fa presumere la donazione.
 

EUGE

Senior Utente
Registrato
5 Gennaio 2004
Messaggi
949
Località
a SudOvest di Sonora
Innanzi tutto la macchina in contanti non può comprarla perchè il prezzo è superiore a 5000 euro, ed anche se il limite predetto non operasse, l'acquisto "fiscalmente" si considererebbe eseguito dal figlio e, quindi, in qualsiasi momento l'AdE potrebbe sottoporre ad indagine il reddito del figlio......ricordo che fiscalmente è provabile solo quello che è documentabile, quindi i contanti e la loro provenienza non sono provabili, nè documentabili....con ogni probabilità quindi l'AdE avvierebbe una procedura contro il contribuente.
Secondo: scrivendo "prestito" come causale sul bonifico, siamo lì....il prestito va rimborsato e, quindi, presuppone un reddito futuro, eventualmente da accertarsi.
Meglio il bonifico con causale "regalo", meglio se dell'importo esatto dell'acquisto o, anche, pagamento dell'auto con assegno di cc intestato al padre, ovviamente con auto intestata al figlio, il che fa presumere la donazione.
1) non ho scritto di comprare l'auto in contanti
2) prestito significa tutto, anche restituzione prestito; e poi i prestiti si possono restituire a piccolissime rate, dopo anni ...
3) a mio avviso la causale dev'essere il meno impegnativa possibile, tanto non è nemmeno necessaria, e quindi se "prestito" non piace, meglio non mettere nulla
4) la donazione, non essendo -a quanto capisco- di modesta entità rispetto alle possibilità del donante la eviterei come la peste
5) ognuno è libero di castrarsi con le proprie mani, seguendo i consigli di chichessia
 

AranciaMeccanica

ecchetelodicoafare...
Registrato
13 Febbraio 2009
Messaggi
1.071
Località
Caserta
1) non ho scritto di comprare l'auto in contanti
2) prestito significa tutto, anche restituzione prestito; e poi i prestiti si possono restituire a piccolissime rate, dopo anni ...
3) a mio avviso la causale dev'essere il meno impegnativa possibile, tanto non è nemmeno necessaria, e quindi se "prestito" non piace, meglio non mettere nulla
4) la donazione, non essendo -a quanto capisco- di modesta entità rispetto alle possibilità del donante la eviterei come la peste
5) ognuno è libero di castrarsi con le proprie mani, seguendo i consigli di chichessia
e poi dei soldi contanti che se ne fa?????
ma tu tifi per il contribuente o per l'AdE? sai com'è....è la seconda volta che vuoi regalargli soldi....non tuoi
 

AranciaMeccanica

ecchetelodicoafare...
Registrato
13 Febbraio 2009
Messaggi
1.071
Località
Caserta
ah già, è vero, non li vuole più nessuno :sad:

e poi dimenticavo che più bravo di te a difendere il contribuente c'è solo VISCO :(
io eviterei di scrivere su un forum argomenti a casaccio, mai conosciuti e mai studiati, per di più generando errori e confusione nei lettori....poi fai te
:ciao:
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto