bonifici tra traders privati (1 Viewer)

pierrone

Forumer attivo
Registrato
25 Aprile 2002
Messaggi
481
ciao Voltaire,

ho una domanda per te e per chiunque fosse in grado di rispondere:

non sono per nulla pratico di normativa fiscale e bancaria, perciò chiedo a voi:

se due o più traders privati fanno "gioco di squadra" aiutandosi tra loro nell'attività di trading, può capitare che insorgano fra essi rapporti di credito/debito: per esempio, ipotizziamo che io sia in vacanza e mi faccio aprire un fib dal mio amico, e con questa operazione il mio amico perde dei soldi che in realtà devo pagare io in quanto ho deciso io l'operazione errata. Ovviamente io e il mio amico ci facciamo bene i conti per cui consideriamo nei nostri calcoli sia le commossioni che l'impatto fiscale (minusvalenza) dell'operazione.


Se faccio un bonifico al mio amico per regolare i nostri rapporti, che cosa rischio?
La normativa sul segreto bancario mi protegge?


ciao
Pier
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.471
I bonifici intercorrenti tra di voi non fanno sorgere nulla, presi da soli.

Gli inconvenienti possono sorgere nel caso di discussioni tra le persone che avevano deciso di lavorare assieme.

Esempio: io ti apro il fib (se ho capito bene, lavoro con il mio conto e non entro nel tuo: in quest'ultimo caso saremmo nel caso della gestione abusiva) e combino un disastro, magari perché decido di shortare anziché di longare come mi avevi detto.

A quel punto i vari bonifici possono essere utilizzati per provare il rapporto tra i due, e vi auguro di non trovarvi mai in una simile situazione perché è uno di quei casi da cui si rischia di non uscire più.
 

pierrone

Forumer attivo
Registrato
25 Aprile 2002
Messaggi
481
grazie Voltaire :)


ovviamente le persone con cui si sceglie di lavorare sono devono essere di propria fiducia provata e non mi sogno nemmeno di farmi aprire un fib da altri (non me lo apro neanche da me).
Quello di cui avevo paura è che facendo bonifici tra due persone ci fosse il rischio di intervento della guardia di finanza in quanto essa potrebbe pensare che i bonifici siano compensi non dichiarati al fisco.


ciao
Pier
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.471
pierrone ha scritto:
i bonifici siano compensi non dichiarati al fisco.

La banca ha l'obbligo di segnalare le operazioni sospette, in virtù della legge anti-riciclaggio: operazioni sospette sono quelle che presumibilmente eludono la normativa riguardante i passaggi superiori ai 20 milioni di lire.

Dipende soprattutto dalla frequenza e dall'entità dei bonifici.

Che io sappia, comunque, le banche non brillano quanto a segnalazioni.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto