Bankia, una vicenda che tocca da vicino anche l’Italia (1 Viewer)

Registrato
10 Aprile 2012
Messaggi
30
Per la Spagna la via d’uscita per salvare Bankia è una sola: chiedere l’intervento del fondo salva stati (l’ESM che entra in vigore il primo giugno), del resto non lo hanno istituito proprio per questo? Ma il primo ministro Mariano Rajoy e il suo ministro delle finanze Luis de Guindos non ne vogliono sapere. Accedere al fondo salva stati significherebbe essere accomunati alla Grecia e all’Irlanda, e anche al Portogallo. E più ancora significherebbe avere in casa gli esperti della troika (UE, BCE e FMI) che ti impongono cosa fare con il bilancio.

La vicenda Bankia ci tocca da vicino: (1) perché ancora una volta mette in evidenza la necessità di un’integrazione bancaria europea che faccia fronte agli avvenimenti avversi in maniera coordinata: (2) perché punta il dito contro la politica mostrando l’estrema dificoltà di quest’ultima a cedere un pezzo di sovranità in nome di una maggiore integrazione; (3) perché chiede a gran voce l’urgenza di una misura di assicurazione di tutti i depositi dell’unione monetaria senza la quale la probabilità di implosione dell’euro aumenta drammaticamente; (4) perché segna un’accelerazione della crisi che, in assenza di interventi della politica, si traduce inevitabilmente in una pressione al rialzo sui tassi di interesse (lo spread dell’Italia oggi viaggia intorno a 460 pb); (5) perché mostra in modo esplicito come nell’attuale ambiente macroeconomico le banche non siano più in grado di fare le banche facendo fluire finanziamenti alle imprese e alla produzione.

Un approfondimento: http://www.righedinamiche.com/2012/05/30/bankia-una-vic…-anche-litalia/

Commenti benvenuti
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto