Banche e MES, botti di fine anno!!

Discussione in 'Macroeconomia - Politiche economiche' iniziata da big_boom, 3 Dicembre 2019.

    3 Dicembre 2019
  1. big_boom

    big_boom New Member

    Registrato:
    28 Febbraio 2009
    Messaggi:
    10.731
    Località:
    ora nell'inferno delle tasse italico
    Banche, rapporto shock: margini a picco e 70mila posti a rischio in 5 anni
    https://www.ilsole24ore.com/art/banche-ricavi-calo-10percento-servono-70000-dipendenti-meno-ACDl3l1


    La Mercedes taglia 10.000 posti di lavoro

    La Mercedes taglia 10.000 posti di lavoro


    Audi taglia 7.500 posti di lavoro
    Audi taglia 7.500 posti di lavoro

    Unicredit, piano taglia 8.000 dipendenti e 500 filiali

    Unicredit, piano taglia 8.000 dipendenti e 500 filiali - Economia

    Banche, bomba da 6.800 miliardi di titoli tossici nei bilanci degli istituti tedeschi e francesi
    https://www.ilsole24ore.com/art/ban...2u_l9xjtWkA7p631P7E23J-G2OOO6ysQ&refresh_ce=1
     
  2. 3 Dicembre 2019
  3. tontolina

    tontolina New Member

    Registrato:
    12 Marzo 2002
    Messaggi:
    38.196
    risposta di Bagnai all'intervento di Giuseppi

    Alberto Bagnai VS Informativa Giuseppe Conte MES

    insomma questo MES quando arriverà la crisi non servirà o non sarà sufficiente Ma sara la BCE ad intervenire a salvare le banche come è nelle sue possibilità.

    La BCE non può acquistare il debito pubblico direttamente dagli stati ma può salvare le banche

    allora perchè la germania vuole modificarlo?
    semplice perchè vuole derubare l'Italia
     
  4. 3 Dicembre 2019
  5. tontolina

    tontolina New Member

    Registrato:
    12 Marzo 2002
    Messaggi:
    38.196
    SE quello che dicono Bagnai e Borghi è vero
    allora giuseppi è un gran bugiardo

    "Mes: ci hanno trattato da Paese occupato!", la verità di Claudio Borghi su Conte al #TgTalk
     
  6. 4 Dicembre 2019
  7. tontolina

    tontolina New Member

    Registrato:
    12 Marzo 2002
    Messaggi:
    38.196
    LA VERA STORIA DEL MES DI TREMONTI: da fondo anticrisi a “Ergastolo per l’Italia”
    [​IMG]
    Vi invitiamo a seguire i quattro brevi video che @carlo_bis ha postato estrapolando l’intervento dell’ex ministro Tremonti da Lucia Annunziata. Il suo racconto è interessante perché ne spiega la vera genesi storica di strumento di garanzia per gli stati in un momento, il 2008, in cui solo l’Italia era stata in grado di prevedere una crisi altrimenti imprevista non solo dagli altri partner europei, ma perfino dai trattati nati in un ambiente di crescita perenne. L’idea iniziale era quella di un vero fondo anticiclico, appoggiato agli eurobond, per l’effettuazione di politiche anticicliche. Purtroppo l’evoluzione è stata invece quella di un “Ergastolo economico” per l’Italia. Sono state infatti le successive richieste dei paesi nordici, accompagnate dalla pessima contrattazione del duo Conte-Tria, à portare il trattato da strumento di salvataggio ad ancora economica.

    Buon ascolto

    Ho raccolto la parte della puntata di #mezzorainpiu in cui Giulio Tremonti parla del #MES, tagliando via tutte le parti in cui parla Tria…
    GUARDATEVELO !! NON VENE PENTIRETE…
    (9 minuti)
    Parte 1/4 pic.twitter.com/RKtZXxSL3T
    — Kaspercarlo (account cazzeggio, Kasper nn tornerà) (@Carlo_bis) December 1, 2019
    Ho raccolto la parte della puntata di #mezzorainpiu in cui Giulio Tremonti parla del #MES, tagliando via tutte le parti in cui parla Tria…
    GUARDATEVELO !! NON VENE PENTIRETE…
    (9 minuti)
    Parte 2/4 pic.twitter.com/vuq2H1s7nl
    — Kaspercarlo (account cazzeggio, Kasper nn tornerà) (@Carlo_bis) December 1, 2019
    Ho raccolto la parte della puntata di #mezzorainpiu in cui Giulio Tremonti parla del #MES, tagliando via tutte le parti in cui parla Tria…
    GUARDATEVELO !! NON VE NE PENTIRETE…
    (9 minuti)
    Parte 3/4 pic.twitter.com/CbDE0ucT8b
    — Kaspercarlo (account cazzeggio, Kasper nn tornerà) (@Carlo_bis) December 1, 2019
    Ho raccolto la parte della puntata di #mezzorainpiu in cui Giulio Tremonti parla del #MES, tagliando via tutte le parti in cui parla Tria…
    GUARDATEVELO !! NON VE NE PENTIRETE…
    (9 minuti)
    Parte 4/4 pic.twitter.com/rIkrMn82cQ
    — Kaspercarlo (account cazzeggio, Kasper nn tornerà) (@Carlo_bis) December 1, 2019
     
  8. 4 Dicembre 2019
  9. tontolina

    tontolina New Member

    Registrato:
    12 Marzo 2002
    Messaggi:
    38.196
    Condivido il pensiero di Tremonti
    e
    adesso finalmente capisco perchè il suo governo è stato fatto saltare con un colpo di sato per insediare
    il gov. Monti che firmò ed avvallò una truffa..... ai danni delle nazioni europee dove l'avvoltoio è sempre la Germania


    Praticamente il giochino di allora, lo stanno facendo anche oggi.... Il MES-Salvastati sarebbe stato funzionale con gli eurobond.... la Germania ha voluto il MES ma NON gli €urobond e questo con Tremonti non sarebbe riuscito.

    Oggi ANCORA con la promessa degli Eurobond e del "pacchetto", i tedeschi vogliono modificare il MES a proprio vantaggio per consentirsi di salvare le due Grosse banche a spesa degli europei poveri....
    naturalmente prima vogliono far passare la modifica del MES in SalvaBancheTedesche [essì solo i tedeschi rientano nelle condizionalità imposte]
    POI
    si valuteranno gli eurobond e l'unione bancaria che comunque ancora una volta i tedeschi NON VOgliono ... come pure NON VOGLIONO UN'EUROPA DEI POPOLI UNITA!
     
    Ultima modifica: 4 Dicembre 2019
  10. 4 Dicembre 2019
  11. tontolina

    tontolina New Member

    Registrato:
    12 Marzo 2002
    Messaggi:
    38.196
    MES e il Sadomesochismo
    Viviamo in un mondo talmente complesso e iper-specialistico da aver perso il lume della ragione. “Ragione” intesa come capacità di mettere insieme il pranzo della logica con la cena del buon senso. Imbottiti come siamo di cifre, virgole, percentuali e tecnicismi, seppelliti come siamo da chilometri e chilometri di scartoffie, emendamenti, raccomandazioni, pareri, premesse, articoli e commi, non riusciamo più neppure a vedere i monumentali paradossi da cui siamo avviluppati. Il MES, da questo punto di vista, è davvero esemplare. Dovrebbe essere una specie di prestatore di ultima istanza per i paesi europei, cioè una istituzione deputata a rifornire di liquidità i membri della Ue in caso di grave crisi.

    Solo che i denari li prende, a titolo gratuito e a fondo perduto, dagli stessi membri della Ue cui dovrebbe poi prestarli. E prestarli solo a prezzo di riforme che, al confronto, le lacrime e sangue promesse da Churchill erano passeggiate di salute.

    Il che ingenera una serie di interrogativi da commedia dell’assurdo:
    l’Italia non ha i soldi neanche per tenere in piedi un cavalcavia, le basterebbe qualche decina di miliardi per rendere dignitose la sanità e la scuola e magari rilanciare l’economia, ma – si dice da ogni dove – i soldi non li ha. Quindi langue l’economia; e casca il cavalcavia.
    E tuttavia, la stessa Italia deve garantire la disponibilità di centoventicinque miliardi sull’unghia da regalare a una istituzione di fatto “straniera”, composta da soggetti non eletti e “legalmente irresponsabili”, per rimpinguare un fondo da cui – se mai dovesse averne bisogno – sarebbe messa a novanta gradi e frustata col gatto a nove code.

    Capite che, se non siamo sulla lunghezza d’onda del Marchese de Sade, poco ci manca.
    A chi rimane un po’ di sale in zucca, resta anche la magra consolazione di farsi qualche domanda. Tipo: perché? Perché siamo arrivati a questo livello di perversione sado-masochistica applicata alla politica? Una prima risposta è proprio nella parola “sado-masochismo”: dove, per definizione, se c’è qualcuno che soffre, c’è anche qualcuno che gode.
    Il sistema di cui parliamo fa soffrire noi, ma fa godere, come ricci, certi altri. Trovateli e comincerete a capirci qualcosa.
    Conta capire, soprattutto, che la pazzia da cui siamo circondati è solo apparente, ed è (molto) raffinatamente studiata.

    Una seconda risposta ha a che fare con l’abbrivio di questo pezzo: abbiamo smarrito la capacità di ragionare di cui, pure, dovremmo essere – per tradizione di filosofia e dialettica e genialità greco-romana – se non monopolisti, quantomeno primatisti. Lo dimostra, in modo icastico, l’incredibile risposta data da Gualtieri alla Commissione del Senato: “Come il Parlamento aveva richiesto, comunque il testo finale sarebbe stato sottoposto alla valutazione del Parlamento”; e, poi, subito dopo: “Se mi chiedete se il testo del MES è emendabile vi dico di no”.

    È evidentemente una risposta illogica perché la prima e la seconda affermazione confliggono tra loro (salvo ammettere l’esistenza di questioni su cui il Parlamento è libero di “valutare”, ma non di decidere). Per la precisione, è una sfida al principio di non contraddizione di Aristotele: «È impossibile che il medesimo attributo, nel medesimo tempo, appartenga e non appartenga al medesimo oggetto e sotto il medesimo riguardo». Concludendo: la ragione che valeva per Aristotele, oggi non vale più. E dobbiamo, comunque, farcene una “ragione” perché tutti gli altri hanno capito che, agli italiani, soffrire piace da matti.

    Avv. Francesco Carraro

    www.avvocatocarraro.it
     

Utenti che hanno già letto questo Thread (Totale: 2)

Condividi questa Pagina