AUTOSTRADE: opa a 9.50, obiettivo il 66.7% del capitale (1 Viewer)

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.471
19:17 - Autostrade: Schemaventotto annuncia opa a 9,5 euro

Radiocor - Milano, 01 nov - Il cda di Schemaventotto ha
deliberato di far promuovere ad una societa' veicolo
interamente posseduta un'opa volontaria totalitaria sulle
azioni di Autostrade. Il 'corrispettivo' dell'offerta e'
fissato a 9,5 euro per un controvalore massimo di 7,97
miliardi di euro. Obiettivo minimo e' il 66,7% del capitale.
Lo ha reso noto un comunicato in cui si precisa che non e'
esclusa, allo stato, la possibilita' di una fusione tra
Autostrade e la societa' veicolo che fara' l'offerta. Il
periodo di offerta e' previsto tra fine dicembre e fine
gennaio.


Discorsi interessanti si aprono: ne parliamo domenica sera.
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.471
Anticipazioni:

1) Prezzo non elevatissimo.

2) Opa effettuata per difendersi da eventuali opa ostili: e se dall'altra parte qualcuno si svegliasse?
 

Sig. Ernesto

Guest
Voltaire ha scritto:
Anticipazioni:

1) Prezzo non elevatissimo.

2) Opa effettuata per difendersi da eventuali opa ostili: e se dall'altra parte qualcuno si svegliasse?

Opa totalitaria su Autostrade a 9,5 euro


Schemaventotto annuncia un’opa da 8 miliardi di euro, seconda solo a quella lanciata da Telecom Italia. “E’ un’operazione di riassetto del gruppo”, dice Gilberto Benetton


MILANO – Opa totalitaria di Schemaventotto su Autostrade, per un controvalore massimo di quasi 8 miliardi di euro. Sarebbe la seconda opa della storia italiana, per valore, dopo quella lanciata da Olivetti su Telecom Italia. L’operazione, che servirà a rafforzare il controllo di Schemaventotto su Autostrade in vista della riorganizzazione della societa' autostradale, avrà come consulente Mediobanca, coadiuvata dal professor Pellegrino Capaldo.

La riorganizzazione – spiegata da Gilberto Benetton, presidente di Edizione Holding, azionista di riferimento di Schemaventotto – intende trasformare Autostrade in una holding di partecipazioni dove confluirebbero, secondo quanto proposto da Schemaventotto, il capitale sociale di alcune societa' operative nei diversi settori in cui essa attualmente opera e alle quali Autostrade stessa ''conferirebbe i rami di azienda operativi, suddivisi per settore di attivita' omogenee come la gestione, manutenzione e costruzione di autostrade, tlc, servizi di infomobilita', parcheggi''.

Il piano di riorganizzazione non esclude la possibilita' di una fusione tra Autostrade e Schemaventotto. In tal caso, come si legge nella nota ufficiale, sarebbe assicurata la quotazione ufficiale in borsa delle azioni della societa' risultante dalla fusione.

Le caratteristiche dell’Opa
Il cda di Schemaventotto ha deliberato di far promuovere ad una societa' veicolo interamente posseduta un'opa volontaria totalitaria sulle azioni di Autostrade. Il corrispettivo dell'offerta è stato fissato a 9,5 euro per un controvalore massimo di 7,97 miliardi di euro. Obiettivo minimo e' il 66,7% del capitale. Il periodo di offerta e' previsto tra fine dicembre e fine gennaio.

Schemaventotto attualmente possiede il 29,993% del capitale di Autostrade, ma il Cda di Schemaventotto ''ha sin d'ora deliberato di rinunciare irrevocabilmente alla quota e di apportare le Azioni Schemaventotto all'Offerta''.
La società che ha lanciato l'opa e' composta da sei azionisti: oltre ai Benetton, che detengono il 60% di questa societa' e il 18% del capitale di Autostrade, compaiono la Fondazione Cassa di risparmio di Torino con il 13,33% ( e il 4% di Autostrade), Autopistas Concesionaria espanola con 12,83% ( il 3,85% in Autostrade), le Generali, attraverso l'acquisizione dell'Ina, con il 6,67% (2%) Unicredito Italiano con il 6,67% (2%) e Brisa, autostrade de Portugal con lo 0,5% (0,15%)

L'opa volontaria totalitaria lanciata oggi da Schemaventotto su Autostrade ha un potenziale valore di 8 miliardi di euro (7,97 miliardi per l'esattezza nel caso tutti i soci dovessero aderire) e sarebbe la seconda piu' grande mai lanciata in Italia, dopo Telecom Italia.

Il lancio dell'OPA su Autostrade e' ''un'operazione volta a realizzare un riassetto del Gruppo, che guarda all'Europa sia in termini di eccellenza dei servizi che di collaborazione con i piu' importanti operatori continentali'', ha dichiarato ancora Gilberto Benetton. L'operazione, ha aggiunto Benetton, ''rappresenta inoltre un segnale forte di fiducia nella societa' e nel management che la guida''.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto