Unipol (UNI) Aurora (1 Viewer)

secoli

Utente Senior
Registrato
15 Settembre 2005
Messaggi
2.037
Località
provincia di Pistoia
Non è una notizia fresca, ne tanto meno può interessare a molti di voi, ma x chi detiene l'azione quali sviluppi ci possono essere?
Quali possibilità di un prezzo più equo rispetto al valore dato da Unipol?

Comunque posto la notizia di alcuni giorni fa, se qualcuno anche con calma e senza fretta, facendo un nome a caso x esempio Giuseppe :) , volesse dire due paroline.

Reuters - 11/12/2006 16:36:14


MILANO, 11 dicembre (Reuters) - Unipol (UNI.MI) ha avviato un processo di riorganizzazione del gruppo che prevede, tra le altre cose, il lancio di un'opa sul capitale non posseduto di Aurora a 2,45 euro per azione.

In caso di adesione totalitaria all'offerta, l'esborso sarà di 751,3 milioni di euro, dice una nota.

A chi non aderisse all'opa verranno attribuite azioni Unipol secondo un concambio che prevede un range di 0,431-0,511 azioni ordinarie e di 0,266-0,315 privilegiate ogni azioni ordinaria Aurora.

L'opa sarà promossa entro gennaio 2007 con chiusura e annuncio dei risultati in marzo.

Nel complesso la riorganizzazione prevede che l'attuale capogruppo cambi denominazione in Unipol Gruppo Finanziario e controlli il 100% di Unipol, newco a cui saranno conferiti gli asset assicurativi della vecchia capogruppo, e il 100% di Aurora, newco a cui saranno conferiti gli asset assicurativi dell'attuale Aurora Assicurazioni, oltre alle altre società del gruppo bolognese tra cui Unipol Banca.

Il ramo d'azienda di Aurora non assicurativo verrà fuso in Unipol Gruppo Finanziario con assegnazione ai soci di azioni ordinarie e privilegiate Unipol secondo il concambio prima indicato.

Il completamento dell'intero progetto, al termine del quale Unipol Gruppo Finanziario manterrà lo status di società quotata in borsa, è previsto entro luglio 2007.

Siccome la riorganizzazione comporta il mutamento
dell'oggetto sociale dell'attuale Unipol, agli azionisti verrà riconosciuta la facoltà di recesso.

Il conferimento di Unipol troverà esecuzione soltanto se il controvalore complessivo dei recessi non supera i 100 milioni di euro.

Unipol, tuttavia, si riserva la facoltà di dare esecuzione al conferimento e alla modifica dell'oggetto sociale anche se il controvalore del recesso superi i 100 milioni.

Qualora l'avviso di convocazione dell'assemblea straordinaria per la modifica dell'oggetto sociale fosse pubblicato oggi, il valore di liquidazione per le ordinarie sarebbe di 2,57 euro per azione e quello delle privilegiate di 2,29 euro.

L'assemblea per la modifica dell'oggetto sociale è stata convocata per il 23, 24 e 27 aprile prossimi.

Grazie

PS: mi volevo stupire che almeno una volta mi andasse bene, speravo prima o poi nella quotazione del titolo all' MTA, ma mi dovrò rassegnare a consegnare l'azione al prezzo stabilito da Unipol !!!! :specchio:
 

secoli

Utente Senior
Registrato
15 Settembre 2005
Messaggi
2.037
Località
provincia di Pistoia
up

Troppo difficile fare previsioni

Lo so e lo ho premesso ke poteva interessare a pochi, ma . . . . un opera buona x Natale si può fare. :)

Saluti
 

giuseppe.d'orta

Forumer storico
Registrato
7 Gennaio 2000
Messaggi
11.465
Opa su Aurora:prezzo molto basso ma senza molte vie d'uscita

Il prezzo di offerta è oggettivamente basso. Posso capire la specifica situazione di Aurora all'interno del gruppo, posso capire la mancata quotazione dei titoli su un mercato regolamentatom ma nonostante ciò il prezzo di offerta esprime dei multipli molto bassi.

Mi fa tornare in mente l'opa sulla società, allora Meie e scambiata al Terzo Mercato, di fine 2000.

Il punto è che hanno già i due terzi del capitale, e quindi possono decidere il successivo concambio in azioni Unipol come gli pare, dato che hanno la certezza del voto in assemblea. Più volte abbiamo visto questo genere di giochetto: faccio un offerta di concambio ad una società dove io stesso ho la maggioranza in assemblea. L'esito non può che essere quello che voglio.
 

secoli

Utente Senior
Registrato
15 Settembre 2005
Messaggi
2.037
Località
provincia di Pistoia
Re: Opa su Aurora:prezzo molto basso ma senza molte vie d'us

giuseppe.d'orta ha scritto:
Il prezzo di offerta è oggettivamente basso. Posso capire la specifica situazione di Aurora all'interno del gruppo, posso capire la mancata quotazione dei titoli su un mercato regolamentatom ma nonostante ciò il prezzo di offerta esprime dei multipli molto bassi.

Mi fa tornare in mente l'opa sulla società, allora Meie e scambiata al Terzo Mercato, di fine 2000.

Il punto è che hanno già i due terzi del capitale, e quindi possono decidere il successivo concambio in azioni Unipol come gli pare, dato che hanno la certezza del voto in assemblea. Più volte abbiamo visto questo genere di giochetto: faccio un offerta di concambio ad una società dove io stesso ho la maggioranza in assemblea. L'esito non può che essere quello che voglio.
Al tempo di Consorte, mi ricordo che avevano ventuto un certo quantitativo di azioni Aurora ad un soggetto economico rilevante (fondo o finanziaria). Hanno già a ricomprato tale quota?
C'è speranza che , degli azionisti minoritari, ma con un pacchetto rilevante, possa fare un'esposta Tar come fece caltagiorne a suo tempo x Acqua Marcia?
Altri inghippi che possono insorgere ai Signori di Unipol?

Credo che mi dovrò rassegnare a riprendere i miei euro, ma ancora una volta viene dimostrato come siamo lontani ad un colntrollo serio del mercato da parte della Conzob, ed allunganto il discorso dovrebbero fare una regola, che nn possono "opare" un titolo sotto al prezzo che è stato collocato, vedi ultimo caso datamat, ma sappiamo tutti bene che sarebbe piura utopia sperare x un cambiamento.

saluti e buona giornata a tutti
 

tontolina

Forumer storico
Registrato
12 Marzo 2002
Messaggi
43.251
Re: Opa su Aurora:prezzo molto basso ma senza molte vie d'us

secoli ha scritto:
Al tempo di Consorte, mi ricordo che avevano ventuto un certo quantitativo di azioni Aurora ad un soggetto economico rilevante (fondo o finanziaria). Hanno già a ricomprato tale quota?
C'è speranza che , degli azionisti minoritari, ma con un pacchetto rilevante, possa fare un'esposta Tar come fece caltagiorne a suo tempo x Acqua Marcia?
Altri inghippi che possono insorgere ai Signori di Unipol?
Credo che mi dovrò rassegnare a riprendere i miei euro, ma ancora una volta viene dimostrato come siamo lontani ad un colntrollo serio del mercato da parte della Conzob, ed allunganto il discorso dovrebbero fare una regola, che nn possono "opare" un titolo sotto al prezzo che è stato collocato, vedi ultimo caso datamat, ma sappiamo tutti bene che sarebbe piura utopia sperare x un cambiamento.

saluti e buona giornata a tutti
ANTONVENETA. PROCURA MILANO CHIUDE INCHIESTA PER 84 INDAGATI E 9 SOCIETA'
Sono state inviate oggi dalla procura di Milano le notifiche a 84 persone fisiche indagate e nove società a seguito della chiusura delle indagini nell'inchiesta partita nel 2005 dalla fallita scalata di Banca Popolare Italiana ad Antonveneta. Secondo indiscrezioni giudiziarie tra gli indagati comparirebbero l'ex governatore di Bankitalia Antonio Fazio, l'ex Ad di Bpi Gianpiero Fiorani, l'ex numero uno di Unipol Giovanni Consorte, il finanziere bresciano Emilio Gnutti e l'immobiliarista romano Stefano Ricucci. Sempre secondo indiscrezioni tra le societa' a cui e' stato notificato l'avviso di chiusura inchiesta ci sono Bpi, Magiste, Fingruppo e Unipol. Tra le ipotesi di reato ci sarebbero associazione per delinquere, aggiotaggio, insider trading, ostacolo all'attivita' di vigilanza e abuso di informazioni privilegiate. Tra un mese la procura dovrebbe procedere alla presentazione delle richieste di rinvio a giudizio presso il gup.


Unipol potrebbe utilizzare il capitale in eccesso per togliersi da questo grave impiccio in quanto è responsabile in solido con i suoi amministratori
 

secoli

Utente Senior
Registrato
15 Settembre 2005
Messaggi
2.037
Località
provincia di Pistoia
Cara tontolina, io sicuramente sono + tonto di te, infatti nn ho capito dove vuoi andare a parare con la notizia postata " . . . . . Unipol potrebbe utilizzare il capitale in eccesso per togliersi da questo grave impiccio in quanto è responsabile in solido con i suoi amministratori "

Sotto ho copiato la disposizione di Unipol nel caso se unpo nn aderisce;
A chi non aderisse all'opa verranno attribuite azioni Unipol secondo un concambio che prevede un range di 0,431-0,511 azioni ordinarie e di 0,266-0,315 privilegiate ogni azioni ordinaria Aurora.

La mia banca mi ha dato tempo di decidere fino al 1/3/2007

Piuttosto cosa consigliate di fare con chi ha Aurora?
Con quale criterio scelgono il prezzo del concambio?

saluti e grazie cmq
 

secoli

Utente Senior
Registrato
15 Settembre 2005
Messaggi
2.037
Località
provincia di Pistoia
x giuseppe o chi ne sa + di me . . .

Alla luce di questa notizia:

Unipol Ass.: F.I., tutelare piccoli azionisti Aurora

ROMA (MF-DJ)--"Fare chiarezza sul piano di riorganizzazione Unipol sgradito ai piccoli azionisti. Il progetto prevede l'acquisizione della compagnia di assicurazioni Aurora". Lo sostiene Pieralfonso Fratta Pasini, vicepresidente del Gruppo di Forza Italia alla Camera, che ieri ha illustrato la sua interpellanza in Aula a Montecitorio rivolgendosi al sottosegretario per l'Economia e le Finanze, Massimo Tononi. Fratta Pasini ha chiesto al governo di assumere iniziative a garanzia della trasparenza dei mercati finanziari per tutelare in particolare i diritti dei piccoli risparmiatori. Fratta Pasini ha spiegato che "i piccoli azionisti hanno protestato in particolare per quanto riguarda il prezzo che e' stato stabilito dall'Opa, e che viene ritenuto da loro molto penalizzante". Tra le altre ragioni del malcontento, ha detto il deputato veronese, anche il mancato incasso del dividendo 2006. In effetti, ha precisato Fratta Pasini, a gennaio sono usciti alcuni articoli sulla stampa che riportavano nel dettaglio il piano di riassetto Unipol che puntava alla comunicazione e al lancio di un'offerta pubblica di acquisto totalitaria sulle azioni di Aurora assicurazioni. "La sola alternativa, per chi non aderisse a questa offerta pubblica di acquisto - ha puntualizzato - sarebbe il concambio in azioni Unipol, all'atto della futura fusione, o il diritto di recesso previsto dal codice civile, che tutela gli azionisti di minoranza che non condividono un cambiamento dell'oggetto sociale, oppure la limitazione del diritto di voto, ma entrambe queste soluzioni comporterebbero una forte penalizzazione economica per i piccoli azionisti Aurora". "Non sono soddisfatto - ha concluso - perche' anche se e' vero che non abbiamo contestato la laicita' dell'operazione, ci saremmo aspettati qualche rassicurazione o una risposta convincente da parte del governo alla luce dei gravissimi scandali finanziari che hanno danneggiato piccoli risparmiatori considerati e trattati come parco buoi".

Da tutto ciò cosa consigli, (premettendo che nn è facile azzecccarla e senza nessuna risponsanilità del conziglio dato) oltre che aspettare fino all'ultimo l'adesione. Personalmente ritengo questa interrogazione parlamentare è solo di facciata e che nn sboccherà nulla, cmq . . .

Saluti e buon w.e. a tutti
 

b.i.n.

Nuovo forumer
Registrato
29 Ottobre 2006
Messaggi
37
giuseppe.d'orta ha scritto:
Il cognato dell'Onorevole tiene qualche azione Aurora in portafoglio, ed allora... :rolleyes:
E' una supposizione, o l'hai letto da qualche parte? :-?
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto