Alfano IMU solo nel 2012 (1 Viewer)

bischer0tt0

mi sono già rotto
Registrato
29 Maggio 2009
Messaggi
10.354
il debito pubblico aumentava perchè aumentavano gli stipendi e le pensioni dei vari mastrapasqua befera amato ciampi e compagnia cantante e pure la corruzione dei ns politici, mentre noi s'aveva votato un referendum per abolire il finanziamento pubblico ai partiti quelli s'inventavano i rimborsi elettorali, ammassando tanti di quei quattrini da crearsi il problema di dove investirli ... e allora corri a comprare immobili di pregio per proteggere il capitale dall'inflazione, e a farseli rubare dalle persone di fiducia mentre rutelli guardava ...

poi quando dicevamo che s'era fatto un cambio 1€ = 1'000 lire si pensava solo all'inflazione dei prezzi, e non che si sarebbe riversato tutto pure nel raddoppio del debito pubblico
quello era l'ennesimo referendum ad capzum che pure i promotori sapevano inattuabile e di cui gli elettori non sapevano alcunchè

il problema non è trovare soldi per la politica, quella il modo di procurarseli lo trova
è togliere la politica dalle grinfie dei "disinteressati" sponsor...
 

EUGE

Senior Utente
Registrato
5 Gennaio 2004
Messaggi
949
Località
a SudOvest di Sonora

Allegati

hellboy

Forumer attivo
Registrato
16 Febbraio 2009
Messaggi
771
Prima rata Imu: si paga il 16 giugno. Giro di vite per gli sconti sulla prima casa


Prima rata Imu: si paga il 16 giugno. Giro di vite per gli sconti sulla prima casa - Il Sole 24 ORE


Imu in tre rate, presentato l'emendamento. È battaglia politica tra Pdl e Pd
Per il tributo sugli immobili le date da segnare in agenda saranno tre: 16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre. Il termine di versamento dell'imposta di bollo speciale sulle attività scudate, da parte degli intermediari, slitta al 16 luglio (dal 16 maggio previsto inizialmente). Al via la stretta sulle agevolazioni previste per la prima casa: saranno infatti riconosciute solo se il possessore (e il suo nucleo familiare) dimora abitualmente e risiede anagraficamente nell'abitazione. Slitta di un mese - al 1° luglio - lo stop per i pagamenti in contanti degli stipendi e delle pensioni oltre i mille euro, pagati dalla Pa. Lo prevede l'emendamento presentato in commissione Finanze alla Camera dal relatore al decreto legge fiscale (e presidente della commissione Finanze della Camera), Gianfranco Conte (Pdl).

Immobili distrutti dal terremoto, esenzioni Irpef, Ires e Imu
In base all'emendamento, i redditi dei fabbricati nei comuni dell'Aquila, ubicati nelle zone colpite dal sisma del 6 aprile 2009, purché distrutti od oggetto di ordinanze sindacali di sgombero in quanto inagibili totalmente o parzialmente, non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini irpef, ires e imu fino alla definitiva ricostruzione e agibilità degli immobili. Arriva inoltre il patto di stabilità interno «orizzontale nazionale» per i Comuni, che consente a quelli meno virtuosi di pagare parte dei debiti ai loro fornitori. Arriva un miliardo per l'edilizia sanitaria: una parte delle risorse, pari a 148 milioni, andrá al finanziamento del trasporto pubblico locale.

Nel 2012 Imu in tre rate
Nel solo 2012, dunque, l'Imu sulla prima casa si pagherà in tre rate. La partita a livello politico rimane comunque aperta, con il Pd che ha già chiarito di essere contrario a questa soluzione - sostenuta invece dal Pdl - in quanto, se questa misura venisse adottata, i Comuni non potrebbero pagare gli stipendi. La commissione Finanze inizierà infatti a votare gli emendamenti nella seduta che avrà luogo a partire dalle 14 di oggi.

Per la prima e la seconda tranche vale l'aliquota di base
La prima e la seconda - pari ciascuna a un terzo dell'imposta calcolata applicando l'aliquota di base e le detrazioni - vanno pagate il 16 giugno e il 16 settembre. La terza, a saldo, andrà versata entro il 16 dicembre. «Per l'anno 2012 - si legge nel testo dell'emendamento - l'imposta dovuta per l'abitazione principalee per le relative pertinenze è versata in tre rate di cui la prima e la seconda in misura ciascuna pari a un terzo dell'imposta calcolata applicando l'aliquota base e la detrazione previste dal presente articolo, da corrispondere rispettivamente entro il 16 giugno e il 16 settembre; la terza rata - conclude l'emendamento - è versata entro il 16 dicembre, a saldo dell'imposta complessivamente dovuta per l'intero anno con conguaglio sulle precedenti rate».

Stretta sulle agevolazioni per la prima casa
È dunque in arrivo una stretta sui criteri di definizione della prima casa ai fini del pagamento dell'Imu. Come si legge nella relazione della proposta di modifica, infatti, «le agevolazioni previste si applicano solo se il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente nell'abitazione stessa». Quindi porta chiusa, ad esempio, ai coniugi conviventi che posseggono due case e dichiarano però di avere residenze separate nello stesso comune. Viene inoltre precisato che in ogni caso l'aliquota e la detrazione per l'abitazione principale e per le relative pertinenze devono essere uniche per nucleo familiare indipendentemente dalla dimora abituale e dalla residenza anagrafica dei rispettivi componenti. L'emendamento punta a evitare elusioni dell'applicazione delle agevolazioni per la prima casa.
 

hellboy

Forumer attivo
Registrato
16 Febbraio 2009
Messaggi
771
contratto a canone concordato Imu e Irpef, pagano anche gli inquilini

http://www.giornalettismo.com/archives/256678/imu-e-irpef-pagano-anche-gli-inquilini/


La stangata dell’Imu non vale solo per i proprietari di case. Spiega Repubblica in un articolo a firma di Luisa Grion:
Grazie ad una legge del 2002 chi affitta un’abitazione a canone agevolato – in caso di aumentata tassazione sull’immobile – potrà rivalersi sull’inquilino modificando il contratto entro tre mesi. Imu ed Irpef, quindi, produrranno effetti anche sulle classi a più basso reddito.
 

hellboy

Forumer attivo
Registrato
16 Febbraio 2009
Messaggi
771
imubis solita bufala o stillicidio per seminare il panico ????

IMU bis annuncio e contrannuncio di smentita
hi hi


Casa, nuovo rischio stangata un'Imu bis per i Comuni - Economia e Finanza con Bloomberg - Repubblica.it


C'è il rischio di un'Imu-bis
"Ma nessun automatismo"
Cgia: "In tre anni pagheremo
87 miliardi di tasse in più"

Con le nuove norme sulla semplificazione è data ai sindaci la facoltà di adottare la nuova disciplina. Si tratta in pratica della vecchia imposta rivisitata con un emendamento approvato nei giorni scorsi
Roma, 21 aprile 2012 - Una nuova stangata sulla casa oltre l'Imu già in vigore? E' la possibilità che illustra oggi il quotidiano Repubblica, secondo il quale con le nuove norme sulla semplificazione è data ai sindaci la facoltà di adottare la nuova disciplina della tassa di scopo. Il quotidiano parla di una sorta di Imu-bis, avendo la stessa base imponibile e di calcolo, anche se la difficile applicabilità delle norme e la difficile congiuntura dovrebbero ridimensionare il rischio.

Si tratta in pratica della vecchia imposta di scopo rivisitata con un emendamento approvato nei giorni scorsi che presenta però differenze di non poco conto: si può applicare per il doppio del tempo, fino a 10 anni dai 5, finanzierà il 100% delle opere e non più il 30% ed è estesa anche alle prime case appunto. In base alle nuove disposizioni, ai comuni è data la possibilità di scegliere l’aliquota e i tempi di imposizione ed emettono il regolamento che disciplina l’imposta.
 

Allegati

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto