Affrontare casi borsistici (es. callable UC 2017) con la teoria del prospetto (1 Viewer)

Il Conte Pedro

Not so easy
Registrato
12 Gennaio 2009
Messaggi
830
Unicredit ritiene - callando - di risparmiare più soldi in futuro di quanti non ne debba tirare fuori oggi (differenza di rendimento tra un ipotetico Sub LT2 5y emesso oggi rispetto ad Eur+135, che era la cedola post call del bond callato)
Idem Generali, che ha preferito emettere al 10,125% e callare, piuttosto che lasciare a mercato un bond Eur+200
Del doman non v'è certezza. Non ha senso, secondo me, impiccarsi OGGI al 10,125% soltanto per l'aspettativa, domani, di risparmiare qualcosa... Eppure Generali l'ha fatto...
 

GiuliaP

The Dark Side
Registrato
26 Novembre 2011
Messaggi
1.839
Se non ti ho convinta, elabora pure ... non mi offendo :)
Io adoro il gioco del prigioniero, e soprattutto adoro la sua filosofia di fondo. Tuttavia sperare che una banca italiana possa non solo capirla, ma avere anche la lungimiranza di applicarla, "secondo me" è pura e ammirevole illusione.

Ioltre il commento del Conte ...

Del doman non v'è certezza. Non ha senso, secondo me, impiccarsi OGGI al 10,125% soltanto per l'aspettativa, domani, di risparmiare qualcosa... Eppure Generali l'ha fatto...
... taglia la testa al toro.

Non credo affatto che i soldi persi con richiami di obbligazioni con prezzi di mercato molto più bassi giustifichino un eventuale ritorno di immagine, di cui ho comunque forti dubbi.
Molto più credibili problemi ... burocratici (in cui per inciso neanche credo :))

Scusa i miei toni leggeri, che non vogliono certo essere canzonatori.
 
Ultima modifica:

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Questa call di Intesa attraverso OPS non l'aveva prevista nessuno, mi pare. Io ricordo di aver dato loro in OPA tempo fa la 6,625 a 90 (level 3) ma quelli di Intesa me le rifiutarono in blocco, perché dicevano a quel tempo di non aver abbastanza dindini disponibili per ritirarle tutte. Oggi se la ricomprano a 107 :eek:

Quanto valgono le nuove UT2 ?

102 ? 105 ? A qualcuno spunta fuori da Excel addirittura 107 ?? :wall:

Intendo esprimere il concetto che un bond della piu' sicura banca italiana (Mediobanca per me non lo e', nonostante l'ufficialita' di tale attributo) che offre 4,50 + 2,15 variabile a 10 anni e' molto attraente se lo si puo' comperare a sconto all'emissione, approfittando del presunto effetto scarico degli arbitraggisti che lo possiedono dallo swap. E' un po' come comperare in passato i bond all'annuncio di call a 100 quando i gambler scaricavano a 98-99 a favore degli arbitraggisti, anche se questo possibile su Intesa su OTC non sarebbe sicuramente lo stesso fenomeno.

Insomma, come in ogni catena alimentare che si rispetti potrebbe esserci cibo un po' per tutti.... dai predatori, ai pesci pilota, ai necrofagi :)

E' anche un taglio grosso, questo della 2023 di 6 miliardi: considerata la liquidita' e lo standing dell'issuer su questa UT2 2023 saro' sicuramente interessato all'acquisto immediato post swap, se valessero poco piu' di 100, anche 101, 102..oltre non vado per non sbilanciarmi e poi essere ripreso, ma anche per non illudere nessuno :).

Alla prossima, vedremo quale sara' la callabile che non saremo capaci di prevedere :D Prevedere o non prevedere le prossime callable, questo e' il dilemma ! :)
 
Ultima modifica:

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Ma chi è che ha messo in giro questa voce?

Gira questa leggenda del 107, tutti ne parlano, nessuno sa da dove provenga :lol:
Salterebbe fuori con gli ultimi ribassi dei CDS Intesa, che oggi vedono i CDS SUB in spettacolare discesa da 460 ante annuncio ai 442 attuali nel momento in cui scrivo, a cui nel sommare nel basis trading l'(incerto) spread della nuova UT2.

Non so pero' quale sia la fonte originale: ho letto anch'io di questa valutazione ed ho cercato indirettamente di riprodurla tramite il foglio di Kondorcap.

Ciao
 

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Sto persino stappando champagne nell'apprendere che dopo la mossa (miserrima, imho) di oggi di UBI l'era delle callabili è finita: a parte le due Unicredit, che hanno callato perché erano retail le altre callabili taglio >= 50k per istituzionali NON verranno più callate (niente più regali al mercato) ma verranno OPAte (Intesa docet l'anno scorso).

Per i "matematici" del mercato si tornera' finalmente a combattere ad armi pari vs. "gli avvocati" di diritto societario. Fino ad oggi il contest e' stato impari: nulla ad esempio, quelli come Cren, io, Verdemare, tutti rigorosamente in ordine alfabetico :)).potevano capire di Basilea III e suoi arzigogogoli giuridici di grandfathering, PONV, eligibility, bail-in, bail-out, burden sharing bla bla bla.

Ora la palla dopo tutta questo caterva di goal subiti e' stata di nuovo messa al centro, D'ora in poi le partite sui bond dei "matematici" contro "gli avvocati societari" si torneranno di nuovo a giocare su OAS Spread, Z-Spread, key rates,

Il 3D ha esaurito a questo punto ogni sua ragione di esistenza e puo' esser consegnato alla Storia :)
 

Il Conte Pedro

Not so easy
Registrato
12 Gennaio 2009
Messaggi
830
Sto persino stappando champagne nell'apprendere che dopo la mossa (miserrima, imho) di oggi di UBI l'era delle callabili è finita: a parte le due Unicredit, che hanno callato perché erano retail le altre callabili taglio >= 50k per istituzionali NON verranno più callate (niente più regali al mercato) ma verranno OPAte (Intesa docet l'anno scorso).
Io preferivo quando facevano i regali :sad::D
 

Piedi a Terra

Forumer storico
Registrato
16 Ottobre 2011
Messaggi
1.662
Io preferivo quando facevano i regali :sad::D
Spesso i regali del passato erano di duplice natura: 8 figure, a volte anche 10 figure in un colpo solo quando i friendly issuers richiamavano.

C'era pero' anche un altro regalo meno immediato nella percezione collettiva. Quanto le banche annunciavano call, Ops, operazioni tender etc. salivano forte anche i corsi azionari, sia al momento non immediatamente prossimo all'annuncio ma delle volte anche alla comunicazione ufficiale dell'esito dell'operazione.

Mi e' capitato di vedere UC salire del 5% il giorno stesso perché il mercato lapalissianamente "apprezzava" l'operazione di rafforzamento patrimoniale con il miglioramento del ratio ma anche a conclusione dell'operazione perché il mercato "aveva preso atto del buon accoglimento dell'OPA".

Credo tuttavia - e faccio ammenda pubblica - che dopo le "mosse" dell'emittente in passato si sbagliava spesso il target. Si andava a colpire il prezzo del bond oramai troppo incollato a 100 per portare a casa le briciole dei 5-10 bp, mentre si trascurava di comperare l'azione che in breve tempo, al massimo qualche giorno, di bp te ne faceva portare a casa anche delle centinaia di bp, sempre per le ragioni indicate sopra di rafforzamento patrimoniale.

Fu un effetto di correlazione, o di causazione, tra bond ed azione poco notato in passato, mi sembra.

In ultimo, il comportamento dei forumer era divenuto parossistico: si comperava a 99,95 il bond UC per ricavare 100 a distanza di tempo.

Bei tempi passati, comunque :up:
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto