Affari e scoperte: mercatini, negozi, aste, eredità ... (6 lettori)

RedArrow

Forumer storico
Registrato
14 Agosto 2016
Messaggi
2.559
va detto che nella spedizione di cui ai precedenti acquisti ho lasciato sul campo le seguenti:

Giovanni Battista de Andreis (si noti l'autoritratto in riflesso con lo smartphone in mano a fotografare)

20220802_181901.jpg


Guido Mirimao
Si è meritato anche una pagina su Treccani:

Screenshot_20220802-184220_Google.jpg


Infine ignoto.
Si intravede un uomo morto disteso (da qui il titolo in basso a sinistra):

20220802_185344.jpg
 

RedArrow

Forumer storico
Registrato
14 Agosto 2016
Messaggi
2.559
Un tempo avrei preso anche queste, non mi sarebbero costate più di 7-10 euro ciascuna, ma adesso non posso spendere più come prima.
Particolarmente de Andreis mi sembra di un gusto passato, mentre la terza (l'uomo morto) la trovo sgradevole.
Mirimao invece stavo per prenderla perchè mi piaceva ma alla fine ho desistito perchè comunque non ha quel quid che mi muove all'acquisto.
 

RedArrow

Forumer storico
Registrato
14 Agosto 2016
Messaggi
2.559
A proposito segnalo che il valente collezionista Sartori ha messo in linea la sua collezione di oltre 25.000 grafiche:

Quindi una documentazione imponente di autori e stampe la maggior parte delle quali di autori dimenticati, il che fa perfettamente il paio con la ricerca seguita da questo forum.
 

RedArrow

Forumer storico
Registrato
14 Agosto 2016
Messaggi
2.559

Anacleto52

Forumer attivo
Registrato
26 Novembre 2016
Messaggi
761
La latta smaltata o lamiera di ferro è ambita dai collezionisti che faticano a trovarne.
Negli anni 40-50 molti oggetti venivano prodotti in latta, dalle tazze ai piatti,pentole e molto altro ancora.
Era un materiale povero,facile da lavorare,si smaltava e si vendeva al mercato.
In Italia il maggior produttore è stato la Westen Due Leoni di Bassano, semplice ma efficace
fino all'arrivo della plastica.
Unico difetto , la latta si rovina facilmente,una caduta , lo smalto salta rendendo quasi
inutilizzabile l'oggetto. Forse è per questo che è difficile trovarne intatta.
Oggi la lamiera di ferro è stata sostituita da lamiera di alluminio o di acciaio anche inossidabile.
Per questo ho acquistato per 90 centesimi questa tazza, i più anziani se la ricorderanno, negli anni 50 era presente in molte cucine....
75F52466-C5E0-4813-AA55-C6BB3C908BBA.jpeg
A75237FF-8102-4BF5-A9DD-E7E60E301ECF.jpeg
 

baleng

Per i tuoi meriti dovrai sempre chiedere scusa
Registrato
1 Ottobre 2011
Messaggi
8.824
Località
veneto
La latta smaltata o lamiera di ferro è ambita dai collezionisti che faticano a trovarne.
Negli anni 40-50 molti oggetti venivano prodotti in latta, dalle tazze ai piatti,pentole e molto altro ancora.
Era un materiale povero,facile da lavorare,si smaltava e si vendeva al mercato.
In Italia il maggior produttore è stato la Westen Due Leoni di Bassano, semplice ma efficace
fino all'arrivo della plastica.
Unico difetto , la latta si rovina facilmente,una caduta , lo smalto salta rendendo quasi
inutilizzabile l'oggetto. Forse è per questo che è difficile trovarne intatta.
Oggi la lamiera di ferro è stata sostituita da lamiera di alluminio o di acciaio anche inossidabile.
Per questo ho acquistato per 90 centesimi questa tazza, i più anziani se la ricorderanno, negli anni 50 era presente in molte cucine....
Vedi l'allegato 670526Vedi l'allegato 670528
Anche questa "sbeccottata" sul lato B :p
Come quella di casa mia :corna:
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 6)

Alto