5 stelle (1 Viewer)

nagual

mondo patafisico
Registrato
8 Dicembre 2007
Messaggi
22.668
Il difficile sarà conquistare voti al Sud, per il resto ha gioco facile.

Sto vedendo i commenti su La 7, i suoi avversari sono cani morti, inesistenti, sbandati, terrorizzati.

Anche i media sono nello stesso stato, i farfugliamenti di Mentana e la frustrazione stizzosa della Berlinguer su Rai tre erano emblematici.

Se questo sindaco farà bene penso che i partiti tradizionali possano essere sgretolati anche se gli strumenti del potere possono essere ancora usati come clave.

Comunque sembra che il suo bacino elettorale abbia mota acqua dall'area della destra delusa, questo sarà un altro problema da gestire nella redazione dei programmi politici.

Si vedrà.
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
25.410
Località
Via Lattea
Che cos'è accaduto a Parma in questi primi cento giorni con Pizzarotti sindaco?

Propongo di monitorare l'esperimento delle 5Stelle al governo (cittadino) in questo thread, tenendo conto che le notizie vanno un po' filtrate (se si prende un articolo dal sito dell'Unità, verosimilmente sarà più critico del necessario, e viceversa se ci si abbevera ai blog o ai tweets dei 5Stellisti).


Andiamo in ordine sparso.

  • La nomina degli assessori è stata un po' travagliata (47 giorni, ma onestamente non so quanto siano i tempi di scelta medi, e poi soprattutto è più importante quello che gli assessori fanno rispetto a quanto ci si mette a fare la formazione).
  • Subito dopo le elezioni, sentii Pizzarotti a Radio24 dire che avrebbe fatto predisporre un bilancio consolidato di Parma + aziende locali, per capire l'entità del debito del comune (850milioni di euro, mi pare, ereditato dalle gestioni precedenti). Ce l'avranno fatta?
  • Il nuovo sindaco ha abolito i biglietti gratis al teatro Regio di Parma per gli assessori e i consiglieri comunali, i parcheggi sotterranei gratuiti per i consiglieri comunali, e ne ha ridotto gli stipendi e le auto blu.
  • Il sindaco ha saltato le vacanze estive.
  • Per carenza di personale (imputabile alle gestioni precedenti), ha chiuso i musei a Ferragosto.
  • Uno dei problemi principali, da quello che ho capìto è l'inceneritore/termovalorizzatore in costruzione: in campagna elettorale se ne è promesso il blocco, ma - a causa di contratti firmati dalle precedenti amministrazioni - ciò comporterebbe una penale di 150-200milioni di euro.
  • Pizzarotti ha vietato la vendita di alcolici dalle 21 alle 7.
  • A proposito di democrazia partecipativa (uno dei leit-motiv del Movimento 5 stelle), qualcuno ha chiesto come contattare via e-mail i consiglieri comunali (due mesi dopo le elezioni) ma era ancora impossibile (vedasi allegato). In compenso, c'è un canale Youtube che trasmette le dirette del Consiglio Comunale (cosa che a Milano succede da più di dieci anni anche se pare non interessi a nessuno, secondo La Stampa). 1 a 1, comunque.
L'ideale sarebbe sentire qualche forumista locale, più che lèggere giornali e blog.

Comunque è un esperimento incredibilmente interessante.


Edit: ho trovato anche il programma elettorale: leggendolo, potremo valutare in che misura le proposte verranno realizzate.
http://parma5stelle.it/wp/wp-content/uploads/downloads/2012/04/Programma-Definitivo-v1.1.pdf (a pagina 37 c'è il mio punto preferito: "I piani dei conti di tutte le partecipate dovranno essere uniformati, o stabiliti in modo rigido le loro riclassicazioni. Questo permetterà di realizzare in brevissimo tempo un Bilancio unico consolidato tra le Società Partecipate ed il Bilancio Comunale.")
 

Allegati

Ultima modifica:

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
25.410
Località
Via Lattea
Avviso: ho twittato Pizzarotti avvisandolo del fatto che, IQT, lo seguiamo con interesse.

Lo so che non è un aulico come i miei soliti tweet o retweet bilingue (vedasi sontuoso allegato), però un giorno tornerò alle mie elevate vette artistiche, per la gioia dei miei 14 (quattordici/00) followers.
 

Allegati

superbaffone

Guest
leggendo i tuoi cip si rafforza in me l'idea di stare alla larga da certi strumenti :D
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
25.410
Località
Via Lattea
Pizzarotti introduce gli Scec (buoni sconto)

Parma, 14.9.2012 (Il Sole 24 Ore)
L'enfasi del nuovo e la ricerca di un'alternativa all'economia reale ne hanno già decretato il successo virtuale come nuova moneta-non-moneta. La giunta grillina di Parma ha messo sul tavolo il sistema degli Scec, come formula di pagamento nel commercio al dettaglio in città.
In pratica l'idea è questa: si fa un acquisto, si paga in euro e oltre alla merce si ricevono dei biglietti di carta tipo buono-sconto denominati Scec (acronimo di "Solidarietà ChE Cammina") che in successivi acquisti potranno essere usati come forma di pagamento parziale: ossia su un bene di valore 100 il commerciante potrà applicare uno sconto dal 5 al 30%, incassando, ad esempio 95 euro, in moneta sonante e 5 euro in scec.


A tutti gli effetti, uno sconto incondizionato e non convertibile in euro. Altre applicazioni degli Scec (tipo baratto) saranno studiate in seguito.
Per ora se ne comincia a parlare.
Il Movimento 5 Stelle ha tenuto un incontro tra i propri aderenti per lanciare l'idea (ad occuparsene è il consigliere comunale Mirko Zioni) e l'assessore al commercio, Cristiano Casa, presto convocherà le associazioni di categoria per illustrare il progetto. Dal canto loro Ascom-Confcommercio e Confesercenti si dicono pronte a prestare attenzione: in un momento di crisi non si scarta a priori nessuna idea che possa rilanciare i consumi. Casa non ha fretta: per funzionare bene il progetto deve avere un circuito ampio di negozi aderenti e questo richiede tempi lunghi.

Scec è l'acronimo di "Solidarietà che cammina", il suo promotore è Pierluigi Paoletti, analista finanziario presidente nazionale dell'Arcipelago Scec, che è uno dei consulenti gratuiti del sindaco Federico Pizzarotti. La moneta-non moneta è già in corso di sperimentazione in una zona di Roma (IV municipio), a Crotone (dove domani si terrà un dibattito su questo tema), a Napoli e in Toscana, con diversi nomi.
L'idea originale è di Rob Hopkins che ha fondato il movimento delle Transition Towns (sarà a Parma a parlare il 24 settembre) che nella cittadina inglese di Todnes ha introdotto uno speciale "pound" per pagare i prodotti agroalimentari locali a km zero, in modo da incentivare la filiera corta.

Beppe Grillo si è innamorato dell'idea e ora il sindaco Pizzarotti proverà a metterla in pratica con l'intenzione di farne un grande volano politico. Certo, molto dipenderà dai risultati pratici.
Come detto si tratta di uno buono sconto e, a parte la cornice solidale e politica, non è molto dissimile da un'iniziativa commerciale classica, quale ad esempio quella delle Poste Italiane con il circuito Postepay.
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
25.410
Località
Via Lattea
beh pare arrivi un sindaco :up:
Quando prendono il potere e poi non mantengono le promesse elettorali, i "vecchi" partiti dànno la colpa ai governi precedenti.

Mi aspettavo più originalità dai 5stellisti, invece li leggo incoerenti (o "fantasiosi"?) come un qualunque Mario Monti che prima aumenta un po' di tasse, poi dice che l'anno prossimo le riduce.


Aspettiamo l'anno prossimo, patrioti parmensi e italiani. L'anno prossimo verranno ridotte le tasse sull'intero suolo nazionale, è sicuro.







Oltre a quel che dice il Corriere, non ho ancòra sentito parlare di un tema che mi stava a cuore, per deformazione professionale: il fantomatico "bilancio consolidato del Comune di Parma + Municipalizzate", che avrebbe consentito di valutare l'indebitamento complessivo del comune.
Ne parlavano nel programma (link), realizzarlo costa poche migliaia di euro, eppure non c'è.

Io un'idea sul perché non l'abbiano fatto ce l'ho, ma forse è meglio che la tenga per me.


Leggète quei prezzolati (e pagàti con fondi pubblici, come la stampa in genere, mannaggialloro) del Corriere, se vi va.
 

Allegati

superbaffone

Guest
critiche condivisibili ma diamogli tempo, l'ho dato al berlusca nella sua prima legislatura(che non avevo votato) per vedere come lavorava , figuriamoci se non do tempo ai 5 stelle.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 0, Guests: 1)

Alto