2022: gli effetti dell'inflazione (3 lettori)

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
26.023
Località
Via Lattea
Per anni ce n'è stata troppo poca.
Adesso ne arriverà fin troppa.
Insomma, gli economisti, gli investitori e i cittadini non sono mai contenti.


Secondo me, per capire gli effetti dell'attuale fiammata inflazionistica, bisognerebbe avere una sfera di cristallo per sapere in anticipo cosa faranno le banche centrali, le quali a loro volta decideranno valutando:

1) se partirà la cosiddetta spirale prezzi-salari (la crescita dei prezzi determina una crescita degli stipendi che, causando un incremento dei costi aziendali, provoca aumenti dei prezzi e quindi ulteriore inflazione), o se l'impatto sarà scaricato su lavoratori (senza aumenti di stipendio) e imprese (che non aumenteranno i loro prezzi e dovranno limitarsi a guadagnare di meno o a lavorare in perdita, fino al fallimento).
Oppure un mix tra i due fenomeni.

2) se - e per quanto tempo - i tassi di rendimento delle obbligazioni rimarranno stabili, con tassi reali bassi o negativi (ad esempio: è vero che il tasso del bund, in pochi mesi, è passato da -0,50% a +1,00%, però i prezzi sono cresciuti di ben più dell'1,50%, per cui i tassi reali sono scesi bruscamente).

Il punto (2) dipende anche dal punto (1): le banche centrali potranno evitare di alzare i tassi solo le lo shock verrà assorbito "una tantum" dai lavoratori e dalle aziende; se invece ci si aspetta un ciclo di aumenti continui, causati dalla citata spirale inflazionistica, allora è probabile che le banche centrali useranno i loro strumenti (aumento dei tassi, ad esempio).

Vi è poi il tema delle grandi quantità di asset finanziari detenuti dalle banche centrali a seguito delle varie azioni di quantitative easing e simili.



E' possibile che il fenomeno si riassorba spontaneamente, ma questo può avvenire nell'immediato, a mio avviso, solo se:
1) in Cina abbandonano la politica dei lockdown finalizzati all'obiettivo CovidZero
2) la Russia e l'Ucrania trovano un qualsivoglia accordo.

L'inflazione potrebbe ridursi spontaneamente anche nel lungo termine, per
1) aumento di produttività
2) esito degli investimenti fatti in questa fase (es. se costruiamo X centrali atomiche o Y mulini a vento, il rialzo del prezzo dei combustibili fossili inciderà di meno).



A prescindere dalle scommesse, io penso che il risultato dell'attuale inflazione sarà un mix tra:
1) (ovvia) perdita di valore dei portafogli obbligazionari a tasso fisso
2) riduzione del potere d'acquisto dei lavoratori (e dei pensionati, se non indicizzati)
3) rialzo (più o meno sensibile, più o meno duraturo) dei tassi, con i relativi impatti:
3.1) calo dei prezzi degli immobili
3.2) calo dei prezzi delle azioni
3.3) minore sostenibilità dei debiti pubblici (soprattutto dei paesi ultra-indebitati, come l'Italia
3.4) minore crescita economica.



Una domanda che l'uomo della strada potrebbe porsi è: "Di solito, quando qualcuno ci perde, qualcun altro ci sta guadagnando. Mentre lavoratori e risparmiatori perdono, chi ci guadagna, in questo caso?".
Non saprei la risposta. Forse nessuno.
Forse è come se un campo coltivato passasse da una produzione di 100 quintali di grano, grazie a moderne tecnologie, ad una produzione di 50 quintali, solo perché si è passati dal trattore all'aratro.
Il contadino vendeva i 100 quintali a 30 euro a quintale, mentre oggi vende i 50 quintali a 60 euro. In questo esempio, il contadino non ci guadagna mentre i consumatori, che sono costretti a pagare prezzi più alti per cercare di accaparrarsi i pochi quintali disponibili, ci perdono.
 

ciccio bellico

BCE o BC fa?
Registrato
26 Febbraio 2015
Messaggi
1.316
Quando sono in ballo soldi di solito ci guadagna la controparte, mi pare anche in questo caso.
La controparte dei lavoratori sono i datori di lavoro. Sul mercato interno possono mantenere i guadagni aumentando i prezzi, sui mercati esteri diventano più competitivi in tutti i Paesi dove l'inflazione è più bassa.
La controparte dei risparmiatori è chi ha emesso il debito, per lui è uno sconto su quello che deve restituire.
Anche allo Stato quindi un po' di inflazione gli torna buona.
Questo ovviamente se l'inflazione non raggiunge livelli Weimar e il sistema economico continua a funzionare e produrre ricchezza, altrimenti ... :benedizione:
 

Ignatius

sfumature di grigio
Registrato
6 Febbraio 2007
Messaggi
26.023
Località
Via Lattea
Hai ragione: ho introdotto il tema in modo ampio, e poi mi sono limitato ad una riflessione su "io ci perdo, ma chi ci guadagna se la benzina va da 1,80 a 2,1 euro e la pagnotta va da 80 a 90 centesimi?".

Il tema creditori-debitori è fondamentale. Poi ci torno. A frappé, come dicono in Francia.
 

ciccio bellico

BCE o BC fa?
Registrato
26 Febbraio 2015
Messaggi
1.316
Prima che iniziasse la guerra in Ucraina sembrava inflazione dovuta all'esplosione della domanda post pandemia.
Ora invece sembra stagflazione, cioè inflazione senza espansione economica.
Con la stagflazione non è più automatico che il debitore tragga vantaggio dalla svalutazione della valuta.
L'utile (nominale) deve crescere tenendo il passo dell'inflazione, altrimenti sono azzi (soprattutto se deve rinnovare il debito).
Es. la Repubblica Italiana, gettito fiscale nominale in calo nonostante l'inflazione e debito da rinnovare con tassi in crescita. :eek:
 

ciccio bellico

BCE o BC fa?
Registrato
26 Febbraio 2015
Messaggi
1.316


L'inflazione 2022 è prevista attorno al 6% e, prosegue la Cgia, "è una tassa e della peggiore specie che colpisce, in particolar modo, chi ha un reddito fisso. Secondo l'Istat, infatti, con un caro vita in crescita del 6%, questo si traduce in un incremento effettivo dell'8,3% per le famiglie più povere e del 4,9% per quelle benestanti".
 

ciccio bellico

BCE o BC fa?
Registrato
26 Febbraio 2015
Messaggi
1.316

PIL per ora tiene.
Mi risulta venga calcolato tenendo conto dell'inflazione, quindi è un aumento in termini reali.
Certo come tutti i numeri "aggiustati" non è certo che la correzione sia precisa al 100% (ma non è detto che sia errato in eccesso).
Quindi non è (ancora) stagflazione.
 

Users Who Are Viewing This Discussione (Users: 1, Guests: 2)

Alto