Voucher “TEM digitali”: al via le domande per le PMI

Il voucher ammonta a 20.000 euro per impresa, con possibilità di ottenere quello da 30.000 euro laddove siano raggiunti determinati obiettivi

di , pubblicato il
Il voucher ammonta a 20.000 euro per impresa, con possibilità di ottenere quello da 30.000 euro laddove siano raggiunti determinati obiettivi

In partenza, il 9 marzo 2021 il bando “voucher TEM digitali” voluto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in favore delle piccole imprese italiane e gestito da Invitalia.

La misura è finalizzata all’inserimento in azienda di figure specializzate, ed in particolare dei temporary export manager (TEM) con competenze digitali, in grado di accompagnare e potenziare i processi di internazionalizzazione delle imprese.

Le richieste di accesso saranno gestite da Invitalia, sul cui sito istituzionale saranno pubblicati, nei prossimi giorni, i termini e le modalità di presentazione.

Bando internazionalizzazione PMI: la misura del beneficio

Il voucher ammonta a 20.000 euro per impresa, con possibilità di ottenere quello da 30.000 euro laddove siano raggiunti gli obiettivi previsti di crescita di fatturato export e di quota delle esportazioni sul fatturato totale.

Il beneficio è destinato alle piccole imprese del settore manifatturiero, con meno di 50 addetti, che hanno necessità di assistenza professionale per avviare o accrescere la loro proiezione sui mercati esteri. Sono ammesse anche le reti tra micro e piccole imprese.

Come si evince dal comunicato stampa del Ministero degli affari esteri, per utilizzare il voucher, le imprese dovranno stipulare con i TEM, o le società di TEM, iscritti nell’apposito elenco del Ministero, contratti di consulenza per l’internazionalizzazione della durata minima di un anno.

L’iscrizione dei professionisti nell’elenco TEM (Temporany Export Manager)

I professionisti intenzionati a iscriversi nell’elenco dei Temporary Export Manager potranno trovare informazioni aggiornate sul sito www.invitalia.it. Ai fini dell’iscrizioni questi dovranno

  • aver maturato una significativa esperienza nell’organizzazione della rete di distribuzione di prodotti in nuovi mercati esteri
  • aver fornito assistenza alle imprese nella partecipazione a fiere internazionali in modalità virtuale
  • essersi occupati di strumenti di logistica integrata, di e-commerce, di accordi e sviluppo di rapporti con operatori stranieri
  • essere in possesso di almeno due certificazioni sull’utilizzo di strumenti digitali di marketing tra le più accreditate.

Potrebbe anche interessarti:

 

Argomenti: ,