Voucher Inps, come procedere all’acquisto on line

Tutto sull'acquisto on line dei buoni lavoro per il pagamento di prestazioni lavorative accessorie occasionali

di , pubblicato il
Tutto sull'acquisto on line dei buoni lavoro per il pagamento di prestazioni lavorative accessorie occasionali

Acquisto dei voucher Inps, i buoni lavoro occasionale, anche on line mediante procedura telematica. Tutte le istruzioni su come procedere.

 Buoni lavoro 2013: come cambia il lavoro accessorio  occasionale

 La riforma del lavoro Fornero, la legge n. 92 del 2012, entrata in vigore il 18 luglio dello scorso anno, ha previsto una serie di novità  per quanto riguarda la disciplina del contratto di lavoro accessorio occasionale, pagato con il sistema dei buoni lavoro o voucher Inps. Tra queste si ricorda il nuovo limite economico, per cui i compensi complessivamente percepiti dal prestatore non possono superare i 5.000 euro nel corso di un anno solare, con riferimento alla totalità dei committenti. Il limite va inteso come netto ed è pari a 6.660 euro lorde. (Per ulteriori dettagli si veda il nostro articolo…

Acquisto buoni lavoro Inps

I buoni lavoro Inps possono essere acquistati dal committente presso le sedi Inps, rivenditori di generi di monopolio autorizzati, sportelli bancari abilitati e postali ovvero on line.

 Acquisto voucher Inps on line

Per ciò che riguarda l’acquisto dei buoni lavoro Inps on line, il committente deve registrarsi presso l’Inps, o direttamente dagli sportelli della sede competente territorialmente ovvero dal sito internet, alla sezione “Servizi OnLine/Per il cittadino/Lavoro Occasionale Accessorio”, sempre se già in possesso di PIN dispositivo ovvero tramite il contact Center INPS/INAIL.

 Gli adempimenti per prestatore e committente

 Stessa registrazione presso l’Inps deve fare anche il prestatore di lavoro accessorio occasionale, allo sportello, on line sul sito ovvero tramite contact center o patronati/CAF. Il prestatore, che deve essere sempre maggiorenne, riceve da Poste Italiane, la carta INPS, su cui verranno accreditati gli importi delle prestazioni di lavoro accessorio occasionale eseguite.

Il prestatore deve comunque attivare la carta Inps, caricandola con un importo minimo di 5 euro per poter poi ricevere automaticamente il pagamento del voucher Inps.

Richiesta dei voucher Inps da parte del committente

Prima dell’inizio delle attività di lavoro accessorio, il committente deve richiedere all’INPS i buoni lavoro virtuali, indicando l’anagrafica di ogni prestatore ed il relativo codice fiscale, la data di inizio e di fine presunta dell’attività lavorativa, il luogo di svolgimento della prestazione e il numero di buoni per ogni prestatore. Il committente è anche obbligato a comunicare preventivamente l’inizio della prestazione all’INPS.

Versamento del corrispettivo dei voucher Inps

Il committente poi dovrà versare, prima dell’inizio della prestazione, il valore complessivo dei buoni lavoro virtuali che verranno utilizzati per consentire  un tempestivo pagamento del corrispettivo della prestazione stessa al lavoratore, con una delle seguenti modalità:

–  tramite modello F24, indicando nella sezione INPS:

  • il codice sede e il codice fiscale,
  • la causale LACC,
  • il periodo di riferimento della prestazione

– tramite versamento sul conto corrente postale 89778229, intestato ad INPS DG LAVORO OCCASIONALE ACC, il cui importo deve necessariamente essere un multiplo di 10,

– tramite pagamento on line collegandosi al sito www.inps.it, nella  sezione Servizi OnLine/Portale dei pagamenti/Accedi al portale/Lavoro occasionale accessorio.

 

Sullo stesso argomento potrebbe interessarti:

Buoni lavoro Inps, come chiedere il rimborso

 

Argomenti: