Voucher baby sitting: entro quando inviare la domanda?

Ecco entro quando va presentata la domanda per fruire dei bonus baby sitting da parte delle madri che decidono di rinunciare al congedo parentale.

Patrizia Del Pidio

Baby sitter

Dopo il decreto del 1 settembre 2016 che ha esteso l’erogazione dei voucher baby sitting anche alle madri lavoratrici autonome e alle imprenditrici.

Concretamente l’agevolazione prevede che le lavoratrici, dopo il periodo di maternità obbligatoria, rinuncino al congedo parentale per fruire del bonus baby sitting tornando al lavoro, in questo modo percepiranno 600 euro mensili per sostenere le spese di baby sitter o asilo nido.

Requisiti per l’accesso al bonus baby sitting

Possono richiedere il voucher baby sitting tutte le lavoratrici dipendenti, le lavoratrici autonome, le imprenditrici, le coltivatrici dirette, le mezzadre, le artigiane, le commercianti ele pescatrici autonome. La richiesta del bonus deve avvenire al termine della fruizione dell’indennità di maternità, nei 3 mesi successivi e per un periodo massimo di 3 mesi nel primo anno di vita del bambino.

La richiesta può essere presentata anche dalla lavoratrici che inizialmente hanno fruito di parte del periodo di congedo parentale.

Domanda voucher baby sitting

A seguito della proroga del termine precedentemente previsto per il 31 dicembre 2016, la domanda potrà essere presentata entro il 31 dicembre 2017 ed entro un anno dalla nascita del bambino. La domanda va presentata attraverso i canali telematici dell’Inps, ricevuta la comunicazione da parte dell’Inps, potrà procedere all’acquisizione dei voucher entro 120 giorni dall’accoglimento della domanda.

Commenta la notizia




SULLO STESSO TEMA

Send this to friend