Volkswagen richiama le auto irregolari entro fine ottobre: automobilisti a rischio multe?

Volkswagen sta contattando tutti i clienti delle auto irregolari: nel frattempo si può circolare o si rischiano multe?

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Volkswagen sta contattando tutti i clienti delle auto irregolari: nel frattempo si può circolare o si rischiano multe?

Dopo lo scandalo sul software irregolare per le emissioni, Volkswagen ha garantito ai clienti interessati che richiamerà le auto coinvolte. Quali sono i tempi per la revisione e che cosa si rischia nel frattempo?

Scandalo Volkswagen: quali auto saranno richiamate e in quali tempi

Il colosso automobilistico tedesco, finito nello scandalo delle emissioni, ha assicurato che a breve tutti i clienti proprietari di una auto irregolare saranno contattati tramite raccomandata, telefonicamente o per e-mail. Nel frattempo gli automobilisti interessati non possono fare altro che aspettare, anche perché l’elenco delle auto irregolari dopo lo scandalo Volkswagen è molto lungo. Solo in Italia, stando alle stime del viceministro dei Trasporti Riccardo Nencini si contano circa 1 milione di veicoli coinvolti su oltre 11 milioni in totale. Nel mercato automobilistico mondiale infatti sono in circolazione 5 milioni di Vw, 2,1 di Audi, 1,8 milioni di commerciali, 1,2 milioni di Skoda e 700 mila Seat con software irregolare. per quanto riguarda l’Europa, intuitivamente, il Paese con il maggior numero di macchine da revisionare è la Germania (2,8 milioni). Ricordiamo che il motore al centro dello scandalo Volkswagen è il 2.0 TDI con la sigla EA 189 esclusivamente per quanto riguarda i propulsori omologati Euro 5 utilizzati tra il 2009 e il primo semestre di quest’anno: sono esclusi quindi pre-Euro 5 e i moderni Euro 6.

Revisione Euro 5 Volkswagen: costi, rimborsi e multe

Tutte le spese per la revisione delle auto Volkswagen richiamate, sono a carico della casa costruttrice, anche se la garanzia è scaduta. Stando alle stime degli analisti americani, il Gruppo tedesco sborserà circa 6,5 miliardi di dollari per questi interventi. L’intervento sarà riportato sui tagliandi di manutenzione. Al momento non sono previste modifiche della carta di circolazione o nuova immatricolazione del veicolo. Si tratta di controlli tecnici che le pattuglie non sono in grado di effettuare quindi non si rischiano multe e si può circolare nelle aree con traffico limitato alle Euro 5.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Ricorsi e Contenziosi, Class action

I commenti sono chiusi.