Visto di conformità superbonus 110%: nuovo approfondimento

Nel nuovo approfondimento sul visto di conformità superbonus sul 110% i commercialisti dedicano un paragrafo al compenso professionale

di , pubblicato il
Nel nuovo approfondimento sul visto di conformità superbonus sul 110% i commercialisti dedicano un paragrafo al compenso professionale

Il Consiglio e la Fondazione Nazionale dei Commercialisti hanno pubblicato un nuovo documento di approfondimento sul superbonus 110% dal titolo “Il superbonus 110%: check list visto di conformità ecobonus e sismabonus”.

Ricordiamo che per chi, a fronte del superbonus 110%, volesse, in luogo della detrazione fiscale, optare per lo sconto diretto in fattura o per la cessione del credito, occorre acquisire il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto al beneficio.

Il visto può essere rilasciato dagli stessi soggetti abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali e, quindi: dottori commercialisti, ragionieri, periti commerciali, consulenti del lavoro, responsabili dell’assistenza fiscale dei CAF.

Superbonus 110%: il compenso per il rilascio del visto di conformità

L’approfondimento messo a disposizione dai commercialisti, dunque, fornisce un quadro d’insieme dei controlli che devono essere effettuati ai fini dell’apposizione del visto di conformità. Nel documento viene anche riservato un paragrafo dedicato ai compensi professionali per il rilascio del visto. A tal proposito è fatto presente che:

  • il compenso per l’opera svolta dai dottori commercialisti e dagli esperti contabili va determinato al momento dell’assunzione dell’incarico attraverso l’apposito mandato professionale;
  • in assenza di uno specifico riferimento a tariffe professionali, abrogate nel 2012, è possibile riferirsi al decreto ministeriale n. 140/2012 (parametri per la liquidazione in sede giurisdizionale dei compensi per le professioni regolamentate).

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,