Visite fiscali: diminuiscono i certificati per malattia nel settore pubblico

Diminuiscono i certificati nel settore pubblico, mentre aumentano quelli nel settore privato, i dati del secondo trimestre 2018, del Polo unico di tutela della malattia.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Visita fiscale codice E

L’INPS ha pubblicato l’Osservatorio statistico sul “Polo unico di tutela della malattia” con i dati relativi al secondo trimestre 2018. L’Osservatorio, che ha lo scopo di monitorare il fenomeno dell’astensione dal lavoro per malattia dei lavoratori dipendenti privati e pubblici, è stato realizzato prendendo come riferimento i certificati medici inviati dal medico e le visite mediche di controllo effettuate dall’Istituto.

Dal 1° settembre 2017, infatti, in attuazione del decreto legislativo 27 maggio 2017, n. 75, è entrato in vigore il Polo unico per le visite fiscali che attribuisce all’INPS la competenza esclusiva a gestire le visite mediche di controllo anche per i lavoratori pubblici in malattia. Da questa data, come già avviene per i lavoratori privati assicurati, l’Istituto effettua visite mediche sia su richiesta delle pubbliche amministrazioni, in qualità di datori di lavoro, sia d’ufficio.

A livello territoriale per il settore privato l’aumento del numero di certificati è prevalente al Centro (+5%), mentre per il settore pubblico la diminuzione risulta più consistente al Nord (-3,1%).

Come si osserva nel Prospetto 2 all’aumento del numero dei certificati nel settore privato corrisponde un aumento meno che proporzionale del numero dei giorni di malattia (+1,1%) mentre nel settore pubblico alla diminuzione del numero dei certificati si osserva un decremento più che proporzionale dei giorni di malattia (-4,8%).

In termini relativi, la percentuale dei lavoratori con almeno un giorno di malattia sul totale dei lavoratori rimane stabile nel settore privato al 16%, mentre nel settore pubblico, la percentuale scende dal 25% del 2017 al 23% del 2018. Stabile il numero medio dei certificati dei lavoratori sia nel settore pubblico che in quello privato (rispettivamente di 4 e 3 certificati ogni 10 lavoratori). Si precisa che qualsiasi confronto sul numero di certificati tra il settore pubblico e privato va sempre interpretato tenendo conto della diversa struttura per età dei lavoratori e della diversa normativa di riferimento. Il numero medio di giornate di malattia per lavoratore con almeno un giorno di
malattia diminuisce per il privato riducendo la distanza dell’indicatore tra i due comparti, passando da 1,7 giorni del 2017 a 1,5 del 2018.

Fonte: Inps

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Visite Fiscali