Visita Fiscale, nuove regole: circolare Inps chiarisce i casi di esenzione reperibilità nel pubblico e nel privato

La circolare Inps del 26 luglio scorso fa chiarezza sui casi di esonero visita fiscale nel pubblico e nel privato soffermandosi anche sui casi di assenza per infortunio sul lavoro.

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
invalidità

L’Inps con circolare del 26 luglio scorso è tornato su un argomento molto attuale, soprattutto in estate: malattia lavoratori e visite fiscali (fasce orarie di reperibilità ed esonero).

Malattia dipendenti pubblici: orari reperibilità ed esonero visita fiscale

Le fasce orarie di reperibilità per i dipendenti pubblici sono dalle ore 9 alle ore 13 della mattina e dalle 15 alle 18 nel pomeriggio. L’esenzione dalla visita fiscale viene riconosciuta in caso di:

• patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
• causa di servizio riconosciuta che abbia dato luogo all’ascrivibilità della menomazione unica o plurima alle prime tre categorie della Tabella A allegata al decreto del Presidente della Repubblica 30 dicembre 1981, n. 834, ovvero a patologie rientranti nella Tabella E del medesimo decreto;
• stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta, pari o superiore al 67%.

Malattia dipendenti privati: orari reperibilità ed esonero visita fiscale

Le fasce orarie che prevedono l’obbligo di reperibilità per le visite fiscali dei dipendenti privati vanno dalle ore 10 fino alle 12 e dalle 17 fino alle 19.

I casi di esenzione espressamente previsti includono:
• necessità di sottoporsi a visite mediche generiche urgenti e ad accertamenti specialistici che non possono essere effettuati in orari diversi da quelli compresi nelle fasce orarie di reperibilità;
• stati patologici sottesi o connessi a situazioni di invalidità riconosciuta, in misura pari o superiore al 67%;
• provati gravi motivi personali o familiari;
• cause di forza maggiore.

Chiarimenti Inps su infortunio lavoro ed esonero visita fiscale

Sebbene non espressamente previsti nella nuova normativa, sono esclusi dall’obbligo di reperibilità i dipendenti in malattia per infortunio sul lavoro o malattia professionale. La competenza in questi casi infatti è dell’Inail.

Delle regole per la visita fiscale, con le differenze tra dipendenti pubblici e privati e le ultime novità, ci siamo soffermati spesso. Come si deduce facilmente la circolare Inps non introduce nulla di nuovo ma serve a fare chiarezza sull’applicazione della normativa, in particolare con riferimento ai casi di infortunio sul lavoro e malattia professionale sui quali l’Inps ha preso dunque una posizione ufficiale confermando l’esonero dall’obbligo di reperibilità.

Leggi tutti gli approfondimenti sulla visita fiscale Inps lavoratori in malattia.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Normativa del lavoro, Visite Fiscali