Versamento imposte con Modello F24, come eseguire i pagamenti telematici: ecco tutte le regole per i cittadini

Il Modello F24 contenente il versamento delle imposte deve essere presentato al pagamento in modalità telematiche. La modalità cartacea è ammessa solo in determinati casi

di , pubblicato il
compensazione

Il versamento delle imposte da parte dei cittadini italiani, avviene, nella generalità dei casi con il Modello F24, definito anche Modello di pagamento unificato, poiché con esso è possibile versare più tipologie di tributi (IRPEF, IRAP, IVA, IMU ed altri tributi locali) e contemporaneamente compensare eventuali crediti d’imposta vantati verso il fisco (ad esempio, è possibile compensare il credito IRPEF con il debito IMU).

Il modello contenete il versamento di imposte (con o senza compensazione) deve essere presentato telematicamente al pagamento. Al riguardo le regole sono leggermente diverse a seconda che chi deve versare sia o meno un soggetto titolare di partita IVA

Modalità di presentazione al pagamento del Modello F24 per i non titolari di partita IVA

In base all’attuale normativa anche chi non è titolare di partiva IVA deve presentare il modello di pagamento per il pagamento di imposte in modalità telematica, ma non sempre. Inoltre, il canale telematico è diverso a seconda che il Modello F24 contenga o meno anche la compensazione con crediti d’imposta.

In dettaglio, per i soggetti non titolari di partita IVA, le regole prevedono che:

  • se nel modello sono presenti crediti compensati, occorre presentarlo esclusivamente in modalità telematica tramite i canali dell’Agenzia delle Entrate (non è ammesso l’home banking o internet banking);
  • laddove nel modello non sono presenti crediti compensati, la presentazione può avvenire secondo tre modalità:
    • telematicamente tramite i servizi dell’Agenzia delle Entrate
    • telematicamente tramite servizi di home banking o internet banking
    • cartaceamente presso poste o banche.

Non titolari di partita IVA: come presentare il Modello F24

Laddove, invece trattasi di soggetto con partita IVA, la presentazione del Modello F24 è sempre telematica (non ammessa mai la presentazione cartacea).

In particolare l’attuale normativa stabilisce che:

  • se nell’F24 sono presenti crediti compensati, occorre presentarlo esclusivamente in modalità telematica tramite i canali dell’Agenzia delle Entrate (non è ammesso l’home banking o internet banking);
  • laddove nel modello non sono presenti crediti compensati, la presentazione può avvenire secondo due modalità telematiche:
    • tramite i servizi dell’Agenzia delle Entrate
    • attraverso i servizi di home banking o internet banking.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: , ,