Vedere Film porno al lavoro, si può essere licenziati?

Vedere Film porno sul posto di lavoro è possibile? Si rischia il licenziamento? Lo chiarisce una sentenza della Corte di Cassazione.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Vedere Film porno sul posto di lavoro è possibile? Si rischia il licenziamento? Lo chiarisce una sentenza della Corte di Cassazione.

Vedere Film porno al lavoro, si rischia il licenziamento? Una sentenza della Corte di Cassazione dichiara illegittimo il licenziamento di un operaio della Fiat, scoperto a vedere film porno.

La Corte di Cassazione ha legittimato tale pratica, adesso chiunque potrà vedere film porno sul posto di lavoro senza essere licenziato. C’è però una condizione, deve avvenire durante la pausa pranzo.

Visione di Film porno sul lavoro: il caso

Il caso in questione riguarda un operaio della Fiat, che era stato licenziato in seguito ad una serie di controlli. Nell’armadietto dell’operaio era stato trovato un PC e tre DVD di carattere pornografico.
L’azienda aveva licenziato il lavoratore in base alle lesione del rapporto di fiducia, in quanto questo svolgeva “attività estranea alla prestazione lavorativa”.

Il Giudice delle prime cure convalidava il licenziamento, ma la Corte di Appello decretava illegittimo il licenziamento. Ordinava al datore di lavoro di reintegrare il dipendente e lo obbligava al pagamento delle indennità dovute. La Cassazione conferma il verdetto, illegittimo il licenziamento per giusta causa, con la sentenza n. 20728/2015

Gli Ermellini, hanno stabilito che non c’erano elementi tali da poter provare che il dipendente si fosse dedicato alla visione di film porno durante l’orario di lavoro. Vi erano solo sospetti, che non sono tali a ritenere provato l’addebito.
Inoltre il dipendente aveva dichiarato che le visioni erano effettuate nella pausa pranzo.

Fumare sul lavoro, si può essere licenziati?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News diritto, Sentenze

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.