Unico Mini 2012: chi deve presentare la versione semplificata della dichiarazione dei redditi

Unico Mini. Chi, come e entro quando deve presentare la versione semplificata del mod Unico

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Unico Mini. Chi, come e entro quando deve presentare la versione semplificata del mod Unico
Chi e quando deve presentare il modello Unico Mini 2012, la versione semplificata del mod Unico

Unico Mini 2012. Si avvicina la scadenza della presentazione del modello Unico 2012 prevista per il prossimo 1 ottobre 2012 e interessati da questa scadenza sono anche i soggetti tenuti alla presentazione del modello Unico Mini 2012.

Unico Mini 2012: chi lo deve presentare

Innanzitutto si deve chiarire che rispetto al modello Unico 2012, l’Unico Mini è una versione semplificata, ideata per agevolare i contribuenti che si trovano nelle situazioni meno complesse. In particolare possono utilizzare il modello Unico Mini i contribuenti residenti in Italia che:

– non hanno cambiato il domicilio fiscale dal 1° novembre dell’anno precedente a quello di presentazione della dichiarazione (per esempio, dal 1° novembre 2010 per Unico 2012),

– non sono titolari di partita Iva,

–  hanno percepito uno o più dei seguenti redditi:

  • redditi di terreni e di fabbricati
  • redditi di lavoro dipendente o assimilati (per esempio, compensi percepiti da soci di cooperative di produzione e lavoro, remunerazioni dei sacerdoti, assegni periodici corrisposti al coniuge) e di pensione
  • redditi derivanti da attività commerciali e di lavoro autonomo non esercitate abitualmente e quelli derivanti dall’assunzione di obblighi di fare, non fare e permettere

–  vogliono fruire delle detrazioni (per esempio, spese sanitarie, interessi passivi su mutui, ecc…), e delle deduzioni (per esempio, contributi previdenziali e assistenziali, spese sanitarie sostenute dai disabili, ecc…) per le spese sostenute, nonché delle detrazioni per carichi di famiglia e lavoro (per esempio, per coniuge e/o figli a carico, per lavoro dipendente, ecc..),

–  non devono presentare la dichiarazione per conto di altri (per esempio, erede, tutore)

–  non devono indicare un domicilio per la notificazione degli atti diverso dalla propria residenza anagrafica

–  non devono presentare una dichiarazione correttiva nei termini o integrativa.

Come si presenta il modello Unico Mini

Il modello Unico Mini 2012 può essere presentato o mediante  trasmissione telematica direttamente, tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate ovvero tramite intermediari abilitati (professionisti, associazioni di categoria, Caf, ecc..) oppure recandosi direttamente presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate, che forniscono assistenza anche per la compilazione.

Scadenza Unico Mini 2012

Come per la scadenza del mod Unico 2012, anche l’Unico Mini 2012 è soggetta alla scadenza, per la presentazione telematica, del prossimo 30 settembre 2012 che, essendo di domenica, slitta al 1 ottobre.

Cosa accade se la presentazione avviene in ritardo

Se il contribuente presenta l’Unico Mini 2012 entro 90 giorni dalla scadenza del termine stabilito, la dichiarazione è considerata ancora valida ma, per il ritardo, l’Agenzia delle Entrate applicherà una sanzione variabile tra i 258 e i 1.032 euro, che può aumentare fino al doppio per i soggetti obbligati alla tenuta delle scritture contabili. Si può anche evitare la sanzione piena se, entro lo stesso termine di 90 giorni, si versa spontaneamente una sanzione ridotta pari a 25 euro, pari ad 1/10 di 258 euro. La dichiarazione presentata con ritardo superiore a 90 giorni si considera, invece, omessa, ma costituisce comunque titolo per la riscossione delle imposte da essa derivanti.

 

Di seguito potete trovare un modello Unico 2012, versione Mini editabile con le relative istruzioni:

Unico Mini 2012. Il modello

Unico Mini 2012. Le istruzioni

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Redditi e Dichiarazioni