Unico 2013 e ravvedimento Imu, ultima chiamata alla cassa

Oggi, 17 luglio 2013, è l'ultimo giorno utile per effettuare i versamenti da Unico 2013 e fruire del ravvedimento Imu "breve" con la sanzione fissa al 3%

di , pubblicato il
Oggi, 17 luglio 2013, è l'ultimo giorno utile per effettuare i versamenti da Unico 2013 e fruire del ravvedimento Imu

 Versamenti da Unico e Irap 2013 e pagamento della prima rata Imu, con l’istituto del ravvedimento operoso, in scadenza oggi, mercoledì 17 luglio 2013.

 Le scadenze fiscali di oggi, 17 luglio 2013

 Appuntamento importante è quello di oggi, 17 luglio 2013, per molti contribuenti. Scade oggi infatti sia il termine per effettuare i versamenti che risultano da Unico 2013, sia il pagamento della prima rata Imu, scaduta a giugno scorso, con l’istituto del ravvedimento operoso.

 Versamenti Unico 2013 in scadenza

 Partendo dai versamenti di Unico 2013, oggi è l’ultimo giorno utile per i contribuenti tenuti a effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni annuali delle persone fisiche e delle società di persone ed enti equiparati, che non esercitano attività per le quali sono stati approvati gli studi di settore e non partecipano a soggetti “interessati” dagli studi di settore, e che si avvalgono della facoltà di effettuare i versamenti entro il 17 giugno ( si veda il nostro articolo Unico 2013, oggi scadono i versamenti senza maggiorazioni), per versare, in unica soluzione o come prima rata, le imposte risultanti dalle dichiarazioni Unico e Irap 2013, con la maggiorazione dello 0,40% e poi di un ulteriore 0,40% per il differimento al 17 luglio. 

 Versamenti Unico 2013: F24 e codici tributo

 I versamenti da Unico 2013 vanno effettuati utilizzando il modello F24 telematico con specifici codici tributo. Tali codici tributo sono:

  • 4001 Irpef – saldo
  • 4003 addizionale all’Irpef – acconto prima rata (art. 31, c. 3, Dl 185/2008 – “tassa etica”
  • 4005  addizionale all’Irpef – saldo (art. 31, c. 3, Dl 185/2008 – “tassa etica”)
  • 4033  Irpef acconto – prima rata
  • 3800 Irap – saldo
  • 3812 Irap acconto – prima rata
  • 3801 addizionale regionale all’Irpef
  • 3843  addizionale comunale all’Irpef – autotassazione – acconto
  • 3844   addizionale comunale all’Irpef – autotassazione – saldo
  • 1840   imposta sostitutiva su locazioni abitative (“cedolare secca”) – acconto prima rata
  • 184   imposta sostitutiva su locazioni abitative (“cedolare secca”) – saldo
  • 1683 contributo di solidarietà
  • 4025  imposta sostitutiva dell’Irpef per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo (“forfettino”)
  • 1793  imposta sostitutiva per i “nuovi minimi” – acconto prima rata (art.
    27, Dl n. 98/2011)
  • 1795  imposta sostitutiva per i “nuovi minimi” – saldo
  • 4041  imposta sul valore degli immobili situati all’estero (Ivie) – saldo
  • 4044  imposta sul valore degli immobili situati all’estero (Ivie) – acconto prima rata
  • 4043 imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero (Ivafe) – saldo
  • 4047  imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all’estero (Ivafe) – acconto prima rata.

Ravvedimento Imu 2013: in scadenza quello “breve”

Scade oggi, 17 luglio 2013, anche il termine per regolarizzare il pagamento Imu prima rata per quei contribuenti ritardatari che non vi hanno provveduto entro lo scorso 17 giugno 2013. In tal caso  si parla del cosiddetto ravvedimento Imu breve, da effettuare proprio entro oggi, 17 luglio 2013, pagando insieme all’importo dell’imposta anche la sanzione fissa al 3 per cento e gli interessi pari al tasso legale che maturano giorno per giorno. (Per maggiori dettagli si veda il nostro articolo Pagare Imu in ritardo, come fare e quanto costa). 

Ravvedimento Imu: F24 e codici tributo

 Si precisa che interessi e sanzione vanno versati cumulativamente con l’imposta, utilizzando il modello F24 telematico con appositi codici tributo:

  • 3912    Imu su abitazione principale e relative pertinenze
  • 3913    Imu per fabbricati rurali ad uso strumentale
  • 3914    Imu per terreni – Comune
  • 3916    Imu per le aree fabbricabili – Comune
  • 3918    Imu per gli altri fabbricati – Comune
  • 3925    Imu per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – Stato
  • 3930    Imu per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – Comune. 

 

[fumettoforum] 

Argomenti: ,