Un altro primato negativo: il sistema fiscale del nostro Paese è il meno competitivo dell’Ocse

L'Italia offre il sistema fiscale meno competitivo nell'Ocse a causa del pesante carico amministrativo e del sistema impositivo sulle persone.

di , pubblicato il
riforma-fiscale-tasse

In Italia abbiamo un altro primato di cui non poter andare fieri. Secondo un recente report del centro studi Epicenter, il sistema fiscale del nostro Paese è il meno competitivo rispetto a tutti gli altri 36 Paesi dell’OCSE.

Il nostro sistema fiscale è il meno competitivo nell’Ocse

Un altro primato “negativo” per il nostro Paese, e arriva a pochi giorni di distanza da un altro studio, quello del Consiglio e della Fondazione Nazionale dei Commercialisti. In base al quale il quale: il nostro è “il Paese più tartassato d’Europa”.

Secondo quanto emerge, invece, dall’ultima edizione dell’indice internazionale sulla competitività fiscale elaborato dal centro studi Epicenter:

“L’Italia offre il sistema fiscale meno competitivo nell’Ocse a causa del pesante carico amministrativo e del sistema impositivo sulle persone: sono necessarie circa 169 ore per adempiere a tutti gli obblighi fiscali”.

Secondo il Report, il sistema fiscale italiano è il meno competitivo tra tutti quelli dei 36 Paesi più industrializzati aderenti all’Ocse.

Non solo, per l’Istituto, anche il sistema delle imposte sui consumi “rivela lacune politiche e di applicazione poiché copre solo il 40 per cento dei consumi finali”.

Articoli correlati

Report choc dei commercialisti: l’Italia è il Paese più tassato d’Europa. Pressione Fiscale al 48%

Approvato il NADEF per la prossima legge di bilancio: c’è anche la riforma fiscale

Ruffini: serve una nuova riforma fiscale degna di nota

Argomenti: ,