Tutti parlano del bonus Pasqua da 800 euro sulla spesa ma esiste veramente?

Tutti parlano del bonus Pasqua da 800 euro sulla spesa, ma esiste davvero? A chi spetta il bonus previsto per le festività pasquali?

di , pubblicato il
Tutti parlano del bonus Pasqua da 800 euro sulla spesa, ma esiste davvero? A chi spetta il bonus previsto per le festività pasquali?

Tutti parlano del bonus Pasqua da 800 euro sulla spesa, ma esiste davvero? A chi spetta il bonus previsto per le festività pasquali?

In tempi di difficoltà economica e di crisi, il Governo Draghi ha stanziato diversi fondi e diversi bonus che consentono di sostenere finanziariamente le famiglie disagiate ed in difficoltà.

Rispondiamo ad un quesito pervenuto in Redazione:

“Buongiorno, ho letto su internet di un buono spesa di 800 euro per Pasqua destinato alle famiglie. Come posso richiederlo?”.

Dopo i Bonus di Natale, il Governo Draghi ha deciso di fare un regalo alle famiglie italiane in difficoltà: parliamo del Bonus di Pasqua da 800 euro.

Bonus Pasqua da 800 euro: a chi spetta?

Grazie ai fondi disponibili in alcuni Comuni italiani, molte famiglie potranno beneficiare del Bonus Pasqua da 800 euro.

Si tratta del bonus spesa erogato tramite i bandi comunali per ISEE bassi. Basta leggere attentamente le condizioni ed i requisiti richiesti nel bando comunale per comprendere a chi spetta il Bonus Pasqua o Bonus Spesa.

Sono le famiglie italiane disagiate o i nuclei familiari con tanti figli che sono i principali destinatari del Bonus Pasqua.

I buoni spesa, una volta erogati, possono essere utilizzati presso i negozi convenzionati, i discount ed i supermercati.

Bonus Pasqua 800 euro: che fascia reddituale è necessario possedere?

Per vedersi erogato il bonus spesa o bonus di Pasqua è necessario rispettare determinati requisiti. Prima di tutto è necessario essere residenti presso il Comune che pubblica il bando.

Una volta rispettato il requisito di residenza, è necessario rispettare i requisiti economici: avere un ISEE non superiore ad una determinata soglia, che di solito è pari a 5.000 euro.

Se si beneficia di altri sussidi economici, tra cui il Reddito di Cittadinanza o l’indennità di disoccupazione, ciò ha un impatto sulla domanda per richiedere il Bonus Spesa.

Bonus di Pasqua: i bandi comunali attivi

Non in tutti i Comuni sono aperte le domande per richiedere il Bonus per la spesa di Pasqua. Per questo, è importante consultare attentamente il bando comunale pubblicato sul web.

Per i residenti del Comune di Milano è attivo il bando per richiedere i bonus Pasqua per fare la spesa alimentare.

I buoni spesa sono pari a 300 euro, se il nucleo familiare è composto da un massimo di tre persone e sono di 700 euro, se il nucleo familiare è costituito da più di tre componenti.

Per i residenti del Comune di Roma il buono spesa va da un minimo di 200 euro per le famiglie costituite da una persona fino ad un massimo di 600 euro per i nuclei familiari costituiti da più di 5 persone.

Per richiedere i buoni di Pasqua è necessario presentare la domanda, scaricando il modulo online e riempiendolo con tutti i dati necessari.

Argomenti: