Tutor autostrada sono irregolari, i controlli cambiano nome: le multe vecchie restano valide?

Avete letto la notizia della imminente rimozione dei tutor dalle autostrade italiane? E' vera solo a metà: i controlli non scompariranno ma dovranno cambiare nome per problemi di brevetto. Le multe vecchie restano valide?

di , pubblicato il
Avete letto la notizia della imminente rimozione dei tutor dalle autostrade italiane? E' vera solo a metà: i controlli non scompariranno ma dovranno cambiare nome per problemi di brevetto. Le multe vecchie restano valide?

Sta rimbalzando sul web, nelle ultime ore, la notizia della sentenza che ha stabilito la rimozione dei sistemi tutor dalle autostrade italiane. E’ tutto vero o è una bufala? E nel primo caso che cosa succederà alle multe vecchie o a quelle che saranno comminate nei prossimi giorni dopo la sentenza che ha confermato che i tutor sono irregolari?
Facciamo chiarezza.

Tutor irregolari? Si ma controlli e multe restano attivi e valide

Si tratta di una questione di plagio di brevetto. La Corte di Appello di Firenze, con la sentenza depositata ieri, 10 aprile 2018, ha dato ragione alla società fiorentina Craft che otto anni fa ha intentato causa per plagio di un brevetto appunto. Che cosa succederà oggi? I tutor vanno rimossi: Autostrade per l’Italia ha fatto sapere che i tutor saranno sostituiti con un sistema nuovo entro tre settimane (pur anticipando che nel frattempo farà ricorso in Cassazione). In attesa della sostituzione inoltre Autostrade dovrà pagare 500 euro di penale per ogni giorno di ritardo.

Ad oggi, come noto (e come ben sa soprattutto chi ha preso multe per eccesso di velocità in autostrada) il sistema tutor si basa sulla registrazione del momento in cui il veicolo passa tra due postazioni (di solito collocate a distanza di qualche km l’una dall’altra) in modo da stimare la velocità di crociera.
Pare che la Corte d’Appello non abbia riconosciuto il diritto della Craft al risarcimento ma la piccola azienda toscana potrà chiedere ad Autostrade di acquistare il brevetto. Per lo stesso motivo tutte le multe prese per i tutor fino ad oggi restano valide.

Dal canto suo Autostrade dovrà pagare una penale pari a 500 euro per ogni giorno di uso del tutor per poter “mantenere attivo il sistema attuale fino alla sostituzione ed evitare che vengano annullati i benefici del Tutor che ha ridotto del 70% il numero di morti sulla rete autostradale”.

Per informazioni aggiuntive sulle multe in autostrada non esitate a scrivere alla nostra redazione [email protected]

Argomenti: ,