Truffe informatiche: false mail su verifiche tributarie, l’alert dell’Agenzia delle Entrate

Ennesimo tentativo di truffa informatica con le mail sulla verifica tributaria.

di , pubblicato il
Ennesimo tentativo di truffa informatica con le mail sulla verifica tributaria.

Le truffe informatiche continuano crescere nel tempo allo scopo di ottenere in modo illecito i dati personali delle vittime, compreso il numero della carta di credito. Proprio per questo motivo ieri l’Agenzia delle Entrate ha diffuso, tramite un comunicato stampa, l’ennesimo allarme relativo al phishing riguardo le false mail che stanno circolando negli ultimi giorni sul web.   L’ultimo tentativo di truffa operato proprio in questi ultimi giorni riguarda una ipotetica “verifica tributaria” con allegato un file eseguibile .exe che va compilato dal ricevente.   La pericolosità di queste email è data dal contenuto ingannevole e dalla difficoltà nel riconoscere il mittente. Di solito infatti, provengono da un indirizzo Pec contraffatto ed ingannevole che potrebbe indurre molti cittadini che provenga da enti riconosciuti. In questo caso l’indirizzo del mittente è [email protected] ed è per questo motivo che l’Agenzia delle Entrate si è sentita in dovere di lanciare un allarme per prendere le distanze da queste missive. Il consiglio che viene dato dall’Agenzia è il solito: eliminare le mail senza aprire l’allegato che potrebbe compromettere la sicurezza del proprio computer.   Già lo scorso 13 agosto sia l’Agenzia delle Entrate che Equitalia erano dovute intervenire per lanciare un allert per i contribuenti che stavano ricevendo altre mail truffa.

Si trattava di false mail contenenti informazioni su presunti rimborsi fiscali e apparentemente provenienti dall’indirizzo mail dell’Agenzia delle Entrate con oggetto “Rimborso fiscale per 2014 – 2015”. Per quanto riguarda Equitalia, l’agenzia di riscossione, sempre negli stessi giorni, ha dovuto sconsigliare di aprire mail su presunti avvisi di pagamenti che avevano per mittente [email protected]   Per quanto riguarda, invece, le mail truffa che stanno circolando in queste ore l’Agenzia delle Entrate, tramite il suo comunicato stampa, ha preso le distanze da qualsiasi coinvolgimento dichiarandosi estranea a questi messagi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.