Truffa telefonica del SI: basta la registrazione vocale?

Attenzione a quello che si risponde al telefono: potrebbe essere utilizzato per l'attivazione di servizi non richiesti.

di , pubblicato il
Attenzione a quello che si risponde al telefono: potrebbe essere utilizzato per l'attivazione di servizi non richiesti.

La truffa telefonica del Si, a quanto sembra, ha molte varianti e tutte hanno lo scopo di far dire SI al malcapitato per registrare la sua voce e inserire, successivamente le risposte affermative all’interno di un contratto vocale per la fornitura di energia elettrica o per i servizi di un operatore telefonico o per attivare servizi a pagamento cui la vittima darebbe il consenso.

Ma basta davvero soltanto il SI della registrazione vocale per essere incastrati in qualche contratto di cui non si conosce neanche l’esistenza?

Per qualcuno queste assurde telefonate in cui una fidanzata gelosa, l’automobilista che ha trovato il numero di telefono e accusa per avergli rovinato la macchina, il canone Rai, i solleciti delle rate scadute dei finanziamenti spingono la vittima a parlare per estorcergli in qualche modo un SI non sono delle truffe ma scherzi telefonici  poiché i contratti telefonici registrati non hanno alcun valore. Ma è proprio vero? La truffa del Si, quindi, sarebbe solo l’ennesima bufala?

Registrazione vocale di un contratto: è valida?

La verità, come spesso accade, sta nel mezzo: la registrazione vocale di un contratto, infatti, ha valore solo se confermata da un contratto scritto. Questo però, non significa che in attesa dell’invio del contratto scritto e firmato, quello registrato telefonicamente non abbia efficacia. Un contratto telefonico, infatti, può essere concluso anche oralmente con registrazione telefonica anche se la compagnia, successivamente, ha l’obbligo di inviare al cliente una copia dello stesso contratto scritto con tutte le condizione ottenendo, poi, dal cliente, una copia controfirmata. In caso la compagnia non abbia copia del contratto scritto controfirmato dal cliente, quest’ultimo può recedere in qualsiasi momento senza rispettare i termini di scadenza e preavviso.

Truffa del Si: cosa fare

La Truffa del Si, quindi, è possibile poiché il contratto telefonico ha valore nell’immediato anche se la vittima vi può porre rimedio facilmente in tempi brevi. A questo punto, però, il consiglio migliore sulle strane telefonate in cui vi si accusa di molestare qualcuno o non aver pagato i debiti , è di non rispondere e riagganciare poiché alcuni operatori disonesti continuano ad utilizzare le telefonate trappola per estorcere contratti ai malcapitati.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.