Trovare lavoro senza reddito di cittadinanza è ancora possibile: tutti i bonus

Bonus assunzioni, non solo per il reddito di cittadinanza: ecco gli sgravi fiscali previsti

di , pubblicato il
Bonus assunzioni, non solo per il reddito di cittadinanza: ecco gli sgravi fiscali previsti

Tra le misure per aiutare chi percepisce il reddito di cittadinanza a trovare lavoro, c’è la previsione del bonus assunzione: in pratica le residue mensilità del sussidio (fino ad un massimo di 18) vengono trasferite all’impresa o datore di lavoro sotto forma di sgravio fiscale. L’obiettivo, come evidente, è quello di agevolare le assunzioni dei disoccupati. Ma sappiamo anche che, tra i disoccupati, non tutti possono ottenere il Rdc perché ci sono requisiti di reddito e stato di famiglia da rispettare.

Gli esclusi perché non rientranti in uno di questi requisiti potranno comunque aderire al piano di ricerca lavoro e formazione. Tuttavia uno dei nostri lettori ci ha scritto proponendoci un interessante spunto di riflessione da questa prospettiva: “mi permetto di chiederle una conferma: chi abbia più di 26 anni e sia disoccupato, ma viva ancora con i genitori, non ha diritto al sussidio economico, giusto? Potrà solo accedere alle agenzie per il lavoro. Non crede che sarà comunque svantaggiato, visti anche gli sgravi contributivi promessi alle aziende? Ho un cugino di 29 anni a casa con la famiglia, sarei lieto se potesse fugarmi questi dubbi. Grazie mille“.

Bonus Assunzioni disoccupati: quelli previsti e confermati per il 2019

Oltre al bonus per chi assume i beneficiari del reddito di cittadinanza lo Stato riconosce alcune agevolazioni per chi immette nell’organico giovani o disoccupati. Di seguito le più importanti:

bonus assunzione Neet (ossia coloro che né studiano e né lavorano e con età compresa tra i 18 e i 30 anni non compiuti): esonero del 100% della contribuzione su un massimale annuo di 8.060,00 euro;
bonus assunzioni Sud per le imprese del Mezzogiorno che assumono giovani di età compresa tra i 16 e i 35 anni (o per over 35 se disoccupati da almeno 6 mesi). Consiste nell’esonero totale della contribuzione per un limite di 8.060,00 euro annui;
bonus giovani eccellenze: riservato a chi assume Under 30 laureati con lode o Under 34 in possesso di un dottorato di ricerca. Prevede un esonero contributivo totale, nel limite di 8.000 euro l’anno.

Leggi anche: Come funziona il bonus 110 e lode

L’errore da evitare, alla luce di questa panoramica (a cui peraltro possono aggiungersi bonus e agevolazioni regionali etc) è quello di considerare il reddito di cittadinanza come l’unica via per trovare lavoro nel 2019.

I canali tradizionali e le altre misure restano.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , , ,

I commenti sono chiusi.