Trasferimento lavoro con legge 104 per assistere il figlio con handicap grave, quando è possibile?

Trasferimento posto di lavoro vicino casa per assistere il figlio con disabilità grave (legge 104 art. 3 comma 3), quando è possibile?

di , pubblicato il
Trasferimento e categorie protette legge 104

Trasferimento lavoro con legge 104, il quesito di un nostro lettore:

Sono il papa’ di un bimbo di 4 anni affetto da Emofilia B grave, ad oggi usufruisco della L. 104 per i 3 gg di permessi mensili. Ad oggi ancora non capisco se posso o meno usufruire della stessa per avere un avvicinamento del posto di lavoro più vicino casa, io lavoro come Guardia Giurata per una azienda di Vigilanza Privata.

Certo di una sua risposta le porgo distinti saluti.

Diritto di trasferimento e verifica di compatibilità

La Circolare del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale n. 28 del 1993 precisa che il trasferimento per assistere il familiare con legge 104, è possibile solo nel caso del posto vacante. Il datore di lavoro si può rifiutare anche subentrano esigenze di organizzazione aziendale. In risposta al nostro lettore, lei può fare richiesta del trasferimento alla sede più vicina a casa, con legge 104 art. 3 comma 3 per assistere suo figlio, le consiglio di verificare che nella sede lavorativa da lei scelta, ci sia un posto vacante da poter occupare.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]vestireoggi.it

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.