Tracciabilità voucher lavoro: ecco cosa cambia

Ecco quali sono gli adempimenti da compiere per l'utilizzo dei voucher lavoro utilizzati per retribuire il lavoro accessorio.

di , pubblicato il
Ecco quali sono gli adempimenti da compiere per l'utilizzo dei voucher lavoro utilizzati per retribuire il lavoro accessorio.

Al decreto legislativo numero 81 del 2015 sono state apportate delle modifiche in fatto di lavoro accessorio per cercare di garantire al meglio la tracciabilità dei voucher utilizzati per i compensi delle prestazioni di lavoro occasionale.

Voucher lavoro, cosa cambia

In particolare ai committenti imprenditori non agricoli che utilizzano i voucher lavoro è richiesta la comunicazione almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione di lavoro alla sede territoriale dell’istpettorato del lavoro (tramite sms o posta elettronica) i dati anagrafici e il codice fiscale del lavoratore, il giorno e l’ora di inizio e fine della prestazione, il luogo in cui la prestazione di lavoro sarà svolta.

Ai committenti agricoli, invece, sono richieste le stesse modalità di comunicazione ma con un arco temporale di margine maggiore: avranno, infatti, tempo 3 giorni per effettuare la comunicazione.

La mancata comunicazione porterà all’applicazione di sanzioni che variano dai 400 ai 2400 euro per ogni lavoratore per cui si è verificata l’omissione.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.