Torna il bonus airbag per moto e motorini, vale fino a 250 euro

Un emendamento al decreto fiscale collegato alla manovra di bilancio ripropone due tipi di bonus airbag per moto e motorini.

di , pubblicato il
Un emendamento al decreto fiscale collegato alla manovra di bilancio ripropone due tipi di bonus airbag per moto e motorini.

Si torna a parlare di bonus airbag per moto e motorini. La commissione finanze alla Camera ha riammesso la discussione dello sconto fiscale già avanzato in precedenza a seguito di un emendamento del decreto fiscale presentato dal Movimento 5 Stelle dopo che era stato stralciato in fase di primo esame.

L’emendamento era stato dichiarato inammissibile dalla commissione finanze, ma la presidenza della commissione alla Camera, dopo aver esaminato i ricorsi, ha riammesso la proposta di modifica firmata da Nunzio Angiola. I parlamentari esamineranno quindi la nuova proposta e cercheranno di stanziare i fondi necessari per approvare il bonus airbag così come era stato preventivato all’inizio dei lavori la scorsa estate.

Cosa prevede il bonus airbag per le moto

L’emendamento chiede in sostanza di introdurre il bonus airbag per i motociclisti mediante detrazione d’imposta del 26% per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale per conducenti e passeggeri di ciclomotori e motocicli. Il bonus dovrebbe essere applicabile per una spesa massima di 500 euro per ogni proprietario di moto. Ma l’emendamento prevede anche che il bonus arrivi al 50% qualora la spesa venga sostenuta in maniera contestuale (o comunque nello stesso anno) all’acquisto di un ciclomotore o di una moto nuova e poco inquinante. In particolare, il veicolo deve essere elettrico o con motore a scoppio che sia conforme alla normativa europea antinquinamento Euro 5.

Due tipi di bonus

Per finanziare i due bonus verranno stanziati 1,7 milioni di euro nel 2020 e 20 milioni di euro a partire dal 2021 che verranno coperti da un aumento dell’1% (dal 10 all’11%) dell’aliquota sulle quietanze delle assicurazioni. Nessuna spesa aggiuntiva, quindi, per lo Stato che reperirà le risorse dalle assicurazioni. Lo scopo del bonus sarà, quindi, non solo quello di dare maggiore sicurezza ai motociclisti, ma anche di incentivare la vendita di motocicli elettrici e a basso impatto ambientale. In questo secondo caso, lo sconto può arrivare anche al 50% con un limite di spesa pari 500 euro, il che significa 250 euro di risparmi. Per chi, invece, acquisterà solo l’impianto airbag, il bonus si limiterà al 26% come detrazione d’imposta.

I due sconti, comunque, non sono cumulabili tra di loro.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.