Tinteggiatura ringhiera del recinto: spetta il bonus facciate?

Diversi sono i dubbi circa i lavori sulla casa che danno diritto al c.d. bonus facciate e tra questi quelli riguardanti gli interventi sui muri di cinta dell’abitazione. Rispondiamo a qualche tuo dubbio

di , pubblicato il
ringhiera

Se devi tinteggiare la ringhiera del muro di cinta della tua abitazione compresi i cancelli d’ingresso, è possibile che tu ti stia chiedendo se per questi lavori puoi godere del c.d. bonus facciate.

Il bonus facciate, ti ricordiamo, è una detrazione fiscale del 90% da godere in 10 quote annuali di pari importo (con possibilità di optare per lo sconto in fattura o per la cessione del credito come previsto dal decreto Rilancio), prevista a fronte

“di spese fatte nel 2020, a fronte di interventi realizzare interventi di recupero o restauro della facciata esterna di edifici esistenti, di qualsiasi categoria catastale, compresi quelli strumentali”.

Condizione fondamentale è che i tuoi immobili oggetto dei lavori si trovino nelle zone A e B del comune (indicate nel decreto ministeriale n.1444/1968) o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.

I lavori rientranti nel bonus facciate: quali sono?

Chiarimenti sul beneficio in esame sono contenuti nella Circolare n. 2/E del 2020 dell’Agenzia delle Entrate e nella Guida predisposta dalla stessa Amministrazione finanziaria.

Proprio quest’ultima, riporta un elenco dei lavori che possono darti diritto al bonus in commento. Nel dettaglio si tratta dei seguenti:

  • pulitura e tinteggiatura esterna su strutture opache della facciata
  • interventi sulle strutture opache della facciata complessiva dell’edificio influenti dal punto di vista termico o che interessano oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio
  • altri interventi per il decoro urbano (grondaie; pluviali; parapetti; cornicioni)

Puoi altresì godere del beneficio, solo se visibili dalla strada o da suolo ad uso pubblico, anche per interventi su superfici confinanti con

  • chiostrine
  • cavedi
  • cortili
  • spazi interni
  • smaltimento materiale
  • cornicioni

Per quanto, invece, riguarda i lavori fatti sui muri esterni e sulle ringhiere del recinto della tua casa, come si può notare si tratta di lavori non inclusi tra quelli agevolabili.

Stessa cosa dicasi per vetrate, infissi, scuri e persiane, portoni e cancelli.

Potrebbero anche interessarti:

Per poter beneficiare del Bonus Facciate è necessario che l’intervento sia visibile dalla strada

Bonus facciate anche per i balconi: si o no?

Argomenti: ,