Tinteggiatura pareti interne della casa con vernice traspirante antimuffa: si può agganciare all’ecobonus 110%?

Se realizzo un cappotto termico in condominio posso usufruire del bonus 110% anche per la tinteggiatura delle pareti interne della casa con vernice traspirante anti muffa?

di , pubblicato il
Se realizzo un cappotto termico in condominio posso usufruire del bonus 110% anche per la tinteggiatura delle pareti interne della casa con vernice traspirante anti muffa?

Buonasera, vorrei esporre il mio caso.
Io abito in un piccolo condominio di 4 appartamenti e vorremmo eseguire il cappotto termico esterno a tutto il condominio.
Il mio appartamento  adibito ad abitazione principale all’interno del condominio  ha bisogno  di una bella pittura con copertura anti muffa.
Quest’ultimo intervento rientra nel bonus 110% nel caso  che la classe energetica  sia migliorata?

Il quesito proposto ci permette di fare chiarezza sul bonus 110% (interventi gemellati a quelli trainanti) e, più nello specifico, sulle detrazioni fiscali per chi tinteggia le pareti interne di casa utilizzando vernici traspiranti antimuffa.

I lavori di tinteggiatura sono detraibili fiscalmente?

Di norma la tinteggiatura interna delle pareti si configura come intervento di manutenzione ordinaria e, come tale, non detraibile se non abbinato e reso necessario da lavori di ristrutturazione. Facciamo un esempio pratico: Tizio deve mettere a norma l’impianto elettrico nel suo appartamento (intervento che rientra nel bonus ristrutturazioni). Se, per eseguire questo intervento, si devono rompere i muri etc, la tinteggiatura si potrà portare in detrazione perché conseguente alle messa a norma dell’impianto. Secondo lo stesso criterio, la tinteggiatura (esterna ed interna) potrebbe rientrare nell’ecobonus (in questo caso potenziato al 110%) se resa necessaria a seguito di un lavoro di riqualificazione energetica. Un esempio classico è quello della tinteggiatura delle pareti esterne di una palazzina dopo applicazione del cappotto termico. Questo però non è il caso perché si tratta di tinteggiatura interna dell’abitazione, quindi non subordinata al cappotto termico.

C’è un’altra possibilità relativa al bonus 110%: la normativa prevede che, se viene realizzato un intervento detraibile (in questo caso il cappotto termico dell’edificio) si può portare in detrazione anche un lavoro nell’abitazione interna.

Servirebbe, però, che questo fosse tra gli interventi agevolabili tramite ecobonus (cambio finestre, caldaia a condensazione etc). Tuttavia la tinteggiatura non rientra nel novero: la lettrice presuppone che la vernice traspirante anti muffa serva ad aumentare la classe energetica. Su questo punto però ci rimettiamo alla parola dei tecnici (rivenditori di vernici o chi eseguirà i lavori).

Leggi anche:

La tinteggiatura può rientrare nel bonus mobili? Chiarimenti

 

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Argomenti: , , ,