TFR accantonato, aggiornamento e rivalutazione di maggio 2018

TFR accantonato: con riferimento al mese di maggio 2018 e le novità sul QU.I.R. dal 1° luglio, tutte le news.

di Angelina Tortora, pubblicato il
TFR ISTAT APRILE 2018

TFR accantonato: con riferimento al mese di maggio 2018 è pari a 1,292656 il coefficiente di rivalutazione delle quote di trattamento di fine rapporto.

L’ISTAT, con il comunicato Istat del 15 giugno 2018, che ha stabilito in 102 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) (senza tabacchi), ha rielaborato i coefficienti validi per il mese di maggio 2018 del trattamento di fine rapporto e dei crediti di lavoro.

TFR in busta paga, cosa succede dal 1° luglio 2018

TFR in busta paga Qu.I.R, termina il periodo sperimentale al 30 giugno 2018. Ricordiamo che il Qu.I.R. consente ai lavoratori dipendenti del settore privato di percepire mensilmente il TFR in busta paga, sottoponendolo a tassazione ordinaria.

Visto il fallimento di questa misura, si prevede che non ci sarà la proroga, quindi dal 1° luglio si tornerà alla disciplina ordinaria, che prevede la possibilità di chiedere l’anticipazione del TFR solo in alcuni casi specifici e a determinate condizioni.

Il Qu.I.R. è stato introdotto nella legge di Stabilità 2015 ed è entrato in vigore da marzo 2015. La possibilità di poter usufruire di questa opzione, ed esattamente il Tratttamento fine rapporto in busta paga, è prevista fino al 30 giugno 2018, solo per i dipendenti del settore privato.

Le regole del trattamento fine rapporto – TFR, non sono cambiate e restano disciplinate dall’art. 2120 del Codice Civile.

Per leggere tutte le informazioni, consultare il seguente articolo: TFR in busta paga Qu.I.R, dal 1° luglio 2018 si ritorna alla disciplina ordinaria

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News lavoro, Trattamento di fine rapporto - TFR

I commenti sono chiusi.