Terremoto Emilia: le misure prese dal Governo Monti

Il Governo Monti prende in considerazione la sospensione di tasse e tributi per i cittadini colpiti recentemente dal sisma in Emilia Romagna.

di Alessandra M., redazione Investireoggi.it, pubblicato il
Il Governo Monti prende in considerazione la sospensione di tasse e tributi per i cittadini colpiti recentemente dal sisma in Emilia Romagna.

L’esecutivo tenta nell’immediato di fare fronte alla tragedia del terremoto prevedendo la sospensione dei tributi sino a dicembre 2012 per i cittadini residenti nelle zone colpite dal sisma.

Questo l’orientamento prevalente che è emerso da un recente incontro tra i vertici del ministero dell’economia, dipartimento delle finanze e ragioneria di Stato.

Insieme alla sospensione dei tributi si prevede anche un possibile aumento per i carburanti da autotrazione, aumento che dovrebbe aggirarsi intorno ai 2 -3 centesimi al litro.

L’aumento, inferiore rispetto ai 5 centesimi preventivati in precedenza per la riforma della protezione civile, dovrebbe fornire le risorse da destinare alle zone colpite dal terremoto ( Emilia Romagna in primis ma anche alcune zone della Lombardia oltre alla provincia di Mantova).

In questi giorni si discuterà anche dell’ampliamento delle deleghe in materia di coordinamento di soccorsi ed interventi, visto che con il sisma del 20 maggio lo Stato di emergenza era stato dichiarato per le provincie di Mantova, Bologna, Modena e Ferrara, ma potrebbe essere esteso anche ad altre provincie.
A seguito del primo sisma il premier Mario Monti, durante una visita delle zone colpite, aveva preannunciato immediati interventi anche dal punto di vista fiscale, avanzando l’ipotesi di una sospensione dell’Imu per tutti i fabbricati ( abitazioni e stabilimenti industriali) dichiarati inagibili.

Tuttavia il presidente della Regione Vasco Errani, aveva invocato una sospensione più ampia, che raggruppasse anche i premi di assicurazione obbligatoria, i contributi previdenziali e le tasse di vario tipo pagate da imprese e cittadini.

Pertanto la sospensione dei tributi potrebbe riguarda non solo l’imposta sui fabbricati ma anche tutti i tipi di imposte, che potrebbero essere sospese sino a fine anno.

Per la conferma ufficiale occorre una prima stima dei danni, e quindi una ricognizione degli edifici che hanno subito crolli o lesioni.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News Fisco, Tasse e Tributi

I commenti sono chiusi.