Tax credit librerie 2021, fissata la scadenza della domanda

Il legislatore ha aumentato la dotazione delle risorse da destinarsi al tax credit librerie 2021. Vediamo come e quando fare domanda

di , pubblicato il
Tax credit librerie 2021, fissata la scadenza della domanda

Ci sarà tempo, salvo proroghe, fino alle ore 12:00 del 29 ottobre 2021 per presentare domanda di accesso al tax credit librerie 2021. La piattaforma per la presentazione delle richieste si è aperta lo scorso 13 settembre 2021.

Chi avesse già presentato domanda per le edizioni passate (2019 e 2020) deve, comunque, effettuare una nuova registrazione sulla piattaforma e, quindi, presentare domanda.

Lo ricorda il Ministero dei Beni Culturali con apposito avviso pubblicato sul proprio sito istituzionale.

Tax credit librerie 2021: chi può fare domanda

Il decreto n. 226 del 28 giugno 2021 ha aumentato a 18.250.000 euro la dotazione del fondo da destinarsi al tax credit librerie 2021.

Il beneficio, ricordiamo, si sostanzia in un credito d’imposta riconosciuto alle attività commerciali che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati contraddistinte con codice ATECO principale (come risultante dal registro imprese):

  • 47.61
  • oppure 47.79.1.

Requisito fondamentale per la presentazione della domanda è aver conseguito nel corso dell’anno d’imposta precedente, ricavi derivanti da cessione di libri pari ad almeno il 70% dei ricavi complessivamente dichiarati. Per il tax credit 2021, dunque, l’anno di riferimento per la verifica di tale requisito è il 2020.

Come fare domanda e spese ammesse

Per aver diritto al credito d’imposta, come detto è necessario presentare apposita domanda. Con riferimento al tax credit librerie 2021, il termine di scadenza è fissato al 29 ottobre 2021. La richiesta è da farsi esclusivamente attraverso la piattaforma https://taxcredit.librari.beniculturali.it/sportello-domande/

Il beneficio è parametrizzato, con riferimento al singolo punto vendita e riferito alle seguenti voci di costo sostenute nel 2020:

  • IMU
  • TARI
  • imposta sulla pubblicità
  • tassa per l’occupazione di suolo pubblico
  • spese per locazione, al netto IVA
  • spese per mutuo
  • contributi previdenziali e assistenziali per il personale dipendente.
Argomenti: ,