Tasse zone colpite dal sisma: quali e fino a quando sono sospesi i pagamenti?

Ecco fino a quando saranno sospesi i pagamenti dei tributi nelle zone colpite dal sisma dello scorso 24 agosto.

di , pubblicato il
Ecco fino a quando saranno sospesi i pagamenti dei tributi nelle zone colpite dal sisma dello scorso 24 agosto.

 Il pagamento di cartelle esattoriali, rate dei mutui, contributi consortili e diritti annuali sono stati sospesi,  nelle zone colpite dal terremoto del 24 agosto 2016 fino al 31 dicembre

Per quel che riguarda, invece,  gli adempimenti tributari diversi dai versamenti: dichiarazioni, registrazioni di contratti la sospensione è fino  a ottobre 2017.

Regolarizzazione possibile senza sanzioni e interessi per le ritenute contributive e d’acconto. Per le imprese con sede o unità locale in uno dei comuni colpiti dal sisma del 24 agosto le perdite dell’esercizio 2016 non rileveranno ai fini della riduzione del capitale sociale mentre i contributi e gli indennizzi percepiti, se riconducibili agli eventi sismici, non concorreranno alla formazione del reddito fino all’anno 2019.

Secondo Italia Oggi, sono questi, in estrema sintesi, i contenuti salienti in materia di sospensione dei termini e misure di cautela fiscale della bozza di decreto legge approvato dal consiglio dei ministri nella seduta di ieri (si vado quanto anticipato su ItaliaOggi del 4 ottobre scorso). Sono essenzialmente tre le direttrici d’intervento che caratterizzano la bozza di decreto: una serie di misure in materia di perdite dell’esercizio 2016 conseguite dalle imprese ubicate nei territori colpiti dagli eventi calamitosi, la detassazione di contributi, indennizzi e risarcimenti che i soggetti danneggiati riceveranno ed infine, la proroga e la sospensione dei termini in materia di adempimenti e versamenti tributari e contributivi nonché la sospensione di termini amministrativi.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,