Tasse, multe e bollette da pagare on line. Ma da quando?

In consultazione fino al 30 settembre il documento dell'Agenzia per l'Italia digitale sulle linee guida per i pagamenti elettronici per la PA sulla cui entrata in vigore si parla nel 2014

di , pubblicato il

Tasse, multe e co da pagare via web. Pagamenti elettronici verso la Pubblica amministrazione, quindi bollette, tasse, multe stradali e ticket sanitari direttamente on line, senza fare più file agli sportelli, con risparmio di tempo per i cittadini e costi per la PA. Un miraggio? No. E’ lo scopo prefissato dal decreto legge n. 179 del 2012 e che ora l’Agenzia per l’Italia digitale tenta di realizzare con un documento in fase di scrittura e a cui si può partecipare, inviando le proprie osservazioni  entro il prossimo 30 settembre, all’indirizzo [email protected]

Pagare tasse, multe e bollette on line: gli obiettivi

 Pagare tasse e multe, ticket sanitari e bollette on line, tramite bonifico al pc, tablet o smartphone, senza alcuna commissione aggiuntiva in più. E’ questo l’obiettivo posto dall’Agenzia per l’Italia digitale con un documento in fase di elaborazione sui pagamenti elettronici verso la pubblica amministrazione.  E’ stato dapprima l’articolo 15 del decreto legge n. 179/2012, a introdurre l’obbligo per le p.a. di accettare i pagamenti a qualsiasi titolo dovuti anche con l’uso delle nuove tecnologie e ora l’Agenzia cerca di tracciare delle linee guida sulla cui completa realizzazione ancora non è dato sapere.

 Pagare tasse, multe e bollette on line: i vantaggi

I pagamenti elettronici verso la PA consentiranno di pagare multe, tasse, bollette, nonché ticket sanitari solo on line, con un notevole risparmio di costi e tempo per cittadini e Pubblica amministrazione. Ancora non è dato conoscere la tempistica dell’entrata in vigore delle nuove misure, anche se il decreto crescita-bis parlava di 1° giugno 2013, ma a questo punto tutto slitterebbe al 2014. Sicuramente sarà un notevole passo in avanti per cittadini e Pubblica amministrazione il pagamento elettronico, mediante Pos, carte di credito e prepagate, quindi moneta elettronica e tracciabile, ma, così si legge nelle consultazioni aperte fino al prossimo 30 settembre, senza costi in più per i cittadini.

Staremo a vedere se mai questi pagamenti elettronici si realizzeranno.

[fumettoforumright]

Argomenti: