Tasse auto aziendali, come si calcolano?

Sono cambiati i criteri di calcolo del fringe benefit sulle auto aziendali in uso promiscuo: scopriamo quali sono le novità sull’imposizione fiscale delle auto business.

di , pubblicato il
Sono cambiati i criteri di calcolo del fringe benefit sulle auto aziendali in uso promiscuo: scopriamo quali sono le novità sull’imposizione fiscale delle auto business.

Sono cambiati i criteri di calcolo del fringe benefit sulle auto aziendali in uso promiscuo: scopriamo quali sono le novità sull’imposizione fiscale delle auto business.

Dal punto di vista fiscale sono penalizzate le vetture più inquinanti e premiate quelle ibride.

Le novità sulle tasse auto aziendali riguardano i contratti stipulati dal 1° luglio 2020: a partire da questa data c’è stata una rimodulazione del fringe benefit sulle auto aziendali concessi in uso promiscuo ai dipendenti e agli amministratori di società.

Tassazione auto aziendali: le ibride sono le più premiate

Le auto ibride sono i veicoli che beneficiano maggiormente della nuova tassazione: offrono emissioni ridotte rispetto alle auto tradizionali grazie ad un’agevolazione sul pagamento del bollo auto.

Le auto ibride sono più economiche delle auto termiche visto che utilizzano la frenata rigenerativa.

Questo sistema permette di utilizzare minore carburante e di risparmiare denaro. Anche se il costo d’acquisto iniziale è più alto è possibile ammortizzarlo a partire dai primi anni di immatricolazione.

Il Governo ha individuato 4 fasce di fringe benefit:

  • emissioni anidride carbonica inferiori a 60 grammi per chilometro: 25%
  • emissioni anidride carbonica tra 60 e 160 grammi per chilometro: 30%
  • emissioni anidride carbonica tra 160 e 190 grammi per chilometro: 40%
  • emissioni anidride carbonica superiori a 190 grammi per chilometro: 50%.

Ben si comprende come le auto ibride ed elettriche siano premiate mentre quelle più penalizzate sono i veicoli inquinanti.

In particolare, sono premiate e beneficiano delle agevolazioni le auto ibride ed elettriche che hanno una percorrenza media di 15.000 km l’anno per i contratti sottoscritti dopo il primo luglio 2020.

La nuova tassazione auto aziendali riguarda solo:

  • le auto immatricolate dopo il 1° gennaio 2020,
  • le auto aziendali concesse al dipendente con contratto stipulato a decorrere dal 1° luglio 2020.

Inoltre, è prevista la sospensione o la cancellazione del bollo auto, sulla base delle disposizioni delle singole Regioni.

Valore convenzionale di un’auto: come si calcola?

Il valore convenzionale dell’auto occorre per la corretta tassazione del Fringe Benefit, la cui voce viene inserita per incrementare l’imponibile contributivo e fiscale.

Su tale importo si devono pagare le ritenute IRPEF ed i contributi per i mesi di utilizzo promiscuo dell’auto aziendale.

Per il calcolo del fringe benefit occorre reperire il costo chilometrico dell’auto (tabelle ACI). Il valore del costo kilometrico deve essere moltiplicato per la percorrenza convenzionale delle auto ad uso promiscuo ed il prodotto è la quota identificabile come benefit.

La quota divisa per 12 mesi rappresenta l’importo imponibile mensile.

Argomenti: ,