Tassa sulle merendine: lo scontro non è ancora finito

L’ex ministro Fioramonti non ci sta e attacca Di Maio. Vediamo cosa sta succedendo.

di , pubblicato il
L’ex ministro Fioramonti non ci sta e attacca Di Maio. Vediamo cosa sta succedendo.

In una recente intervista rilasciata su Repubblica, l’ormai Ex Ministro dell’istruzione, dell’Università e della ricerca, Lorenzo Fioramonti, si toglie qualche sassolino dalle scarpe e attacca Luigi Di Maio, anche sulla questione dell’ormai tramontata “Tassa sulle Merendine”.

Secondo Fioramonti, l’aver bloccato la proposta da lui congeniata sarebbe stato “indice di ignoranza”. Ma c’è dell’altro.

Tassa sulle merendine: “indice di un’ignoranza profonda”

L’ex ministro, a quanto pare, avrebbe ancora il dente avvelenato e non le manda di certo a dire, soprattutto al suo vecchio capo di partito.

Dopo essersi dimesso da capo del MIUR ed essere fuoriuscito dal Movimento 5 Stelle, Fioramonti starebbe per entrare nel nuovo gruppo parlamentare da lui creato “Eco”.

Il nuovo progetto, come spiega lo stesso, avrebbe dovuto essere una semplice associazione per promuovere “l’ecologia dell’economia”, ma molto presto, se dovesse riscuotere un discreto seguito, potrebbe diventare un vero e proprio partito politico.

In ogni caso, nella recente intervista rilasciata su Repubblica, attacca il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, su una questione a lui molto cara, la tassa sulle merendine o sugar tax.

Per Fioramonti, l’intera questione è: «Indice di un’ignoranza profonda. Il sistema fiscale è sempre un sistema di indirizzo, se no tutto sarebbe tassato allo stesso modo. Il fisco tiene in considerazione i bisogni, le priorità. La salute, naturalmente. In Austria un governo di centrodestra ha aumentato le imposte sui voli aerei. Da noi è arrivato il no dal ministero: avremmo danneggiato Alitalia, hanno detto. D’altra parte, la politica in questo governo non si fa in consiglio dei ministri ma nelle riunioni di maggioranza».

Ricordiamo che lo stesso Lorenzo Fioramonti era stato il promotore di questa iniziativa, e che la stessa era stata stoppata e altamente criticata proprio da Luigi Di Maio.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

 

Argomenti: ,