Tasi Torino, si paga a giugno ma non in tutta la provincia

Torino è tra i Comuni in cui la prima rata Tasi si pagherà il 16 giugno 2014: ma alcune città della provincia fanno eccezione. E' caos. E intanto si paga anche la Tari

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Torino è tra i Comuni in cui la prima rata Tasi si pagherà il 16 giugno 2014: ma alcune città della provincia fanno eccezione. E' caos. E intanto si paga anche la Tari

Caos Tasi anche nella provincia di Torino: in città la prima rata (acconto del 50% sul totale) si pagherà il prossimo 16 giugno 2014 ma alcuni Comuni limitrofi hanno rinviato la scadenza a settembre. Non tutti infatti sono riusciti a fissare l’aliquota dell’ imposta sui servizi indivisibili (illuminazione, manutenzioni stradali, polizia municipale) entro oggi, venerdì 23 maggio 2014.

Tasi Torino: stangata sui proprietari di casa

Se Roma ha optato per l’aliquota minima (Tasi Roma: chi paga a giugno e chi a settembre) , Torino ha varato l’aliquota del 3,3 per mille (la massima prevista). La Tasi inoltre si applicherà solo ai proprietari degli immobili (circa 550 mila le famiglie) e non anche agli inquilini. Non cambia quindi molto rispetto alla vecchia Imu sulla prima casa (se non l’importo che dovrebbe essere leggermente più basso rispetto all’imposta municipale). L’aliquota preoccupa i cittadini anche se, a conti fatti, la Tasi a Torino dovrebbe comunque risultare leggermente meno gravosa della vecchia Imu. Sono state infatti confermate nel capoluogo piemontese le detrazioni fissate a 110 euro per immobili con rendita catastale fino a 700, più 30 euro per ogni figlio minore di 26 anni a carico, se residente nell’immobile. Secondo le stime Tasi a Torino comporterà un esborso medo di 468 euro, contro i 475 dell’Imu. Comune a tutta la provincia invece la scadenza della seconda rata della Tasi il 16 dicembre. Le modalità di pagamento prevedono la possibilità di presentare il modello F24 in banca, alla posta oppure on line, ma non anche agli sportelli Soris.

Tari a Torino: tre rate per le abitazioni

Ancora più ingarbugliata la situazione della Tari, vista la piena autonomia lasciata ai Comuni. Le sigle sono simili ma non va fatta confusione. A Torino la tassa sui servizi comunali sarà suddivisa come segue: tre rate per le utenze domestiche (le abitazioni), cinque per le non domestiche (attività commerciali, aziende, bar e ristoranti). La prima rata scade il prossimo 31 maggio, la seconda il 30 giugno, mentre il conguaglio finale va saldato entro il 10 dicembre.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi, Scadenze fiscali