TASI, TARI e IMU pensionati all’estero: benefici fiscali e documenti necessari

Quali documenti occorrono e chi può beneficiare delle nuove regole previste per il pagamento di Tasi, Tari e Imu pensionati all'estero?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Quali documenti occorrono e chi può beneficiare delle nuove regole previste per il pagamento di Tasi, Tari e Imu pensionati all'estero?

Anche gli italiani pensionati che risiedono all’estero ma posseggono immobili in Italia dovranno far fronte alle prossime scadenze fiscali che riguardano la casa ed in particolare IMU, Tasi e Tari.   Da quest’anno però entrano in vigore le nuove regole che riguardano proprio gli italiani residenti all’estero che riguardano in modo particolare i pensionati italiani che risiedono fuori dell’Italia , posseggono in patria almeno un immobile e percepiscono una pensione da un ente previdenziale del paese in cui risiedono (e non anche dall’Inps). I benefici fiscali previsti dalle nuove regole riguardano soltanto i pensionati italiani iscritti all’AIRE, l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero.

IMU pensionati all’estero

Da quest’anno per i pensionati italiani pensionati residenti in un Paese estero di residenza, una sola unità immobiliare di possesso in territorio italiana viene adibita ad abitazione principale quando il possesso è a titolo di proprietà o a titolo di usufrutto. Per poter usufruire di questo beneficio e fare in modo che l’immobile sia esente dal pagamento dell’IMU l’unità immobiliare non deve risultare locata e non deve essere data in comodato d’uso (Imu italiani residenti all’estero: bluff per esenzione pensionati?).

TASI e TARI 2015

Anche per Tasi e Tari i pensionati italiani residenti all’estero e iscritti all’AIRE sono previste agevolazioni. Questi cittadini italiani, infatti, secondo l’articolo 9 bis del DL 47 del 2014 avranno le imposte TARI e TASI applicate in misura ridotta di due terzi. Poiché i pensionati italiani residenti all’estero fanno un uso ridotto degli immobili saranno tenuti a pagare soltanto un terzo delle imposte dovute per TASI e TARI.

Che documenti occorrono?

Per poter usufruire di tali agevolazioni fiscali bisogna presentare una documentazione che attesti la condizione di pensionato nel paese estero di residenza presso il Comune in cui è ubicato l’immobile. La questione della documentazione, essendo IMU, TASI e TARI tributi comunali disciplinati in maniera diversa da ogni Comune, è ancora molto complessa perché per sapere quale documentazione è richiesta nello specifico bisogna interpellare l’Ufficio Tributi del Comune in cui si trova l’immobile in oggetto. Il Decreto Legislativo che regolamenta la materia non fornisce alcun dato specifico in merito ai documenti da presentare poiché probabilmente i documenti da presentare differiranno da Comune a Comune.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi