Tasi 2015: scadenze, calcolo, aliquote prima rata | Guida

Guida completa alla Tasi 2015, con le scadenze, le regole per il calcolo con le aliquote e le modalità di pagamento, F24 o bollettino postale.

di , pubblicato il
Guida completa alla Tasi 2015, con le scadenze, le regole per il calcolo con le aliquote e le modalità di pagamento, F24 o bollettino postale.

Ecco una breve ma utile guida sulla Tasi 2015, la Tassa sui servizi indivisibili comunali: una panoramica sulle prossime scadenze per il pagamento, le modalità di pagamento con f24 o bollettino postale, le regole per il calcolo con le aliquote per la prima e per la seconda casa, in particolare anche per gli inquilini che vivono in affitto.  

 Tasi significato

La Tasi è la tassa sui servizi indivisibili comunali quali la manutenzione delle strade e del verde pubblico, la pubblica illuminazione introdotta dal 1 gennaio 2014 con la IUC, l’Imposta Unica Comunale composta anche da IMU, l’Imposta municipale propria sugli immobili e dalla Tari, la nuova tassa rifiuti che ha sostituito Tarsu e Tares.

 

Tasi chi paga

La Tasi è la tassa sui servizi indivisibili comunali come la manutenzione delle strade, il verde pubblico, la pubblica illuminazione ecc. A pagare la Tasi sono:

  • proprietario dell’immobile
  • titolare di altro diritto reale sull’immobile

 

  • inquilino in caso di locazione ( la quota di Tasi a suo carico, tra il 10 e il 30%, è stabilita dal singolo Comune nelle delibera).

Scadenze Tasi 2015

Come per l’anno scorso, le scadenze Tasi 2015 sono così ripartite:

  • 16 giugno 2015: Tasi prima rata;
  • 16 dicembre 2015: Tasi seconda rata.

Ogni Comune però può decidere scadenze diverse e come tale si consiglia di verificarle direttamente sui siti istituzionali delle amministrazioni comunali.

Calcolo Tasi 2015

Le regole per effettuare il calcolo della tassa prevedono:

  • rendita catastale rivalutata al 5%;
  • moltiplicazione rendita per il coefficiente stabilito per legge (160 per fabbricati nelle categorie catastali A (tranne A/10), C/2, C/6 e C/7 (abitazioni e  pertinenze), 140 per fabbricati delle categorie catastali B, C/3, C/4 e C/5 (uffici pubblici, magazzini, laboratori), 80 per le categorie A/10 e D/5 (uffici, studi professionali, banche), 60 per il gruppo catastale D (opifici, alberghi, fabbricati con funzioni produttive connesse all’agricoltura) ad eccezione della categoria D/5, 55 per la categoria catastale C/1 (negozi);
  •  applicazione detrazioni ed aliquote.

Tasi aliquote 2015

Per quanto riguarda le aliquote Tasi 2015, i Comuni possono aumentarle fino allo 0,8 per mille, determinando quindi le seguenti aliquote massime:

  • Tasi prima casa: 3,3 per mille;
  • Tasi seconda casa: 11,4 per mille.

 Tasi F24

Il pagamento della Tasi può avvenire con:

  • modello F24;

 

  • bollettino di conto corrente postale.

  Chi sceglie il pagamento con il modello F24 deve indicare i seguenti codici tributo:  

  • “3958” denominato “TASI – tributo per i servizi indivisibili su abitazione principale  e relative pertinenze;

 

  • “3959” denominato “TASI – tributo per i servizi indivisibili per fabbricati rurali ad  uso strumentale;
  • “3960” denominato “TASI – tributo per i servizi indivisibili per le aree fabbricabili;
  • “3961” denominato “TASI – tributo per i servizi indivisibili per altri fabbricati.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: