Tasi 2014: scadenza 16 giugno 2014, ecco in quali comuni. Appello dei CAF per la proroga

Ecco l'elenco dei comuni dove si paga entro il 16 giugno 2014 la tassa sui servizi indivisibili comunali, mentre CAF e commercialisti chiedono una proroga

di , pubblicato il
Ecco l'elenco dei comuni dove si paga entro il 16 giugno 2014 la tassa sui servizi indivisibili comunali, mentre CAF e commercialisti chiedono una proroga

Ecco i comuni che faranno pagare la Tasi a giugno 2014 e dove reperire le delibere con le aliquote prima e seconda casa.

Tasi 2014 a giugno: chi paga?

Arriva l’elenco completo dei comuni dove si pagherà  entro la scadenza del 16 giugno 2014, perchè hanno pubblicato le delibere con le aliquote entro il 23 maggio.

Tasi delibere on line entro il 23 maggio

Data spartiacque per capire quando pagare la tassa sui servizi indivisibili comunali introdotta con la IUC, (composta anche da Tari e IMU) è il 23 maggio 2014.

Se entro questa data i comuni hanno approvato e pubblicato le delibere con le aliquote Tasi prima e seconda casa, allora il pagamento dovrà essere eseguito entro il 16 giugno 2014. Altrimenti se manca la pubblicazione di queste delibere, il pagamento slitta a ottobre per le seconde case e dicembre per le prima, anche se ancora manca l’ufficialità della proroga. Per vedere se il proprio comune ha pubblicato la delibera con le aliquote Tasi 2014 si può consultare direttamente il sito del Dipartimento delle finanze all’indirizzo  http://www.finanze.it/dipartimentopolitichefiscali/fiscalitalocale/IUC/sceltaregione.htm

 Tasi giugno 2014: in quali comuni si paga

Per celerità  vi riportiamo l’elenco completo dei comuni dove si pagherà la tassa sulla casa si pagherà il prossimo mese. elenco comuni pagamento tasi a giugno   Potrebbe interessarti anche: Tasi: mod. F24, codici tributo e bollettino postale. Ecco come si paga Tasi prima e seconda casa: occhio alle scadenze 2014 Pagamento Tasi 2014, approvato il bollettino postale  

Proroga Tasi: l’appello di CAF e commercialisti

Intanto si avvicina la scadenza del 16 giugno quando saranno chiamati alla cassa per il pagamento della prima rata della Tasi tutti quei comuni che non hanno deliberato in tempo entro maggio le aliquote. E per loro i CAF e i professionisti chiedono una proroga. “Abbiamo chiesto sia a livello nazionale sia a livello locale di non applicare le sanzioni ai contribuenti ritardatari almeno fino a metà luglio” – afferma Vincenzo Vita, responsabile dei Caf Cisl in Lombardia, che continua – “qualche Comune sta aderendo e quindi non chiederà extra pagamenti».

E sette associazioni di commercialisti, con una nota congiunta, hanno chiesto «con decisione che si provveda all’immediata proroga della scadenza della Tasi”.

Udine: proroga al 26 giugno senza sanzioni

Intanto alcuni comuni si sono mossi in maniera autonoma come Udine, dove l’amministrazione comunale ha disposto lo slittamento al 26 giugno della scadenza per pagare la tassa, mentre a luglio arriva la Tari. L’amministrazione comunale ha concesso una proroga di massimo dieci giorni visto che le lettere, con i conteggi e gli F24 precompilati relativi, appunto, alla tassa saranno consegnati solo in questi giorni, troppo a ridosso della scadenza ufficiale. “Considerati i tempi di consegna e l’imminente scadenza per il saldo di questa prima rata – scrive l’amministrazione nella lettera che sarà consegnata a casa a oltre 30 mila famiglie – sarà consentito un posticipo nel pagamento di dieci giorni senza sanzioni e interessi a carico dei cittadini”.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,