Tares e Tarsu: al via i controlli sulla vecchia tassa sui rifiuti

Al via i controlli sui pagamenti delle vecchie Tarsu e Tares. Ecco per chi arriva la lettera dal Fisco

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Al via i controlli sui pagamenti delle vecchie Tarsu e Tares. Ecco per chi arriva la lettera dal Fisco

Prima della Tari c’erano la Tares e la Tarsu: nel caos fiscale, non solo nominativo, non tutti i contribuenti hanno pagato in regola. I Comuni hanno predisposto accertamenti sul mancato o incompleto pagamento dell’imposta negli anni precedenti.

Controlli Tarsu e Tares

Proprio perché la situazione è stata molto ingarbugliata non si escludono errori in buona fede o perfino pagamenti regolari che però non risultano tali. Cosa fare in questi casi? La prima cosa da fare è senza dubbio recuperare la ricevuta del pagamento. Anche in questo caso infatti è onere del contribuente conservare le ricevute dell’ultimo quinquennio. In caso di notifica di accertamento occorre poi verificare che quanto pagato corrisponda alla cifra richiesta. I calcoli non sono semplici quindi è consigliabile affidarsi ad un commercialista o ad un Caf. Non è da escludere che ad essere errato sia il calcolo del Comune, soprattutto nel periodo di passaggio tra la Tarsu e la Tares, nel 2013. In questi casi si potrebbe considerare la possibilità di presentare unistanza di riesame in autotutela, prima di intraprendere le vie legali tramite azione giudiziaria. L’accertamento dovrebbe pervenire tramite lettera di Equitalia, o altro Ente incaricato della riscossione. [fumettoforumright]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi