Taglio Cuneo Fiscale, approvato il Decreto

dopo l'ok della Camera, è stato approvato il Decreto Legge per il taglio del Cuneo Fiscale. Vediamo di cosa si tratta.

di , pubblicato il
dopo l'ok della Camera, è stato approvato il Decreto Legge per il taglio del Cuneo Fiscale. Vediamo di cosa si tratta.

Con l’emergenza in corso in questi giorni, è quasi passata in secondo piano l’approvazione

Del decreto-legge sul taglio del cuneo fiscale, norma contenuta nella scorsa legge di bilancio. I voti a favore sono stati 254, nessuno si è espresso contro, mentre gli astenuti sono stati 131.

 

Taglio del Cuneo fiscale, di cosa si tratta?

Sostanzialmente si tratta una misura che permette un aumento del netto in busta paga per la maggior parte dei lavoratori subordinati.

La dotazione da destinare a questo scopo sarà di circa 3 miliardi di euro per il 2020 e di 5 miliardi di euro per il 2021.

Le misure, in ogni caso, dovrebbero partire dal primo luglio. Vediamo di cosa si tratta.

Fondamentalmente, il piano del governo prevede un taglio del cuneo fiscale in base alla fascia di reddito a cui appartiene il lavoratore.

Sostanzialmente, per i lavoratori con redditi:

  • Compresi tra 26 mila euro e 35 mila euro verrà introdotta una detrazione da 80 euro al mese;
  • Compresi tra 15 mila euro e i 26 mila euro, il bonus Renzi verrà aumentato di circa 20 euro al mese, ma sarò percepito sotto forma di detrazione fiscale;
  • Compresi tra 8.200 euro e 15 mila euro, il Bonus Renzi non dovrebbe subire alcuna modifica;
  • I redditi più bassi potranno, invece, continuare a beneficiare del “Reddito di Cittadinanza”.

Per la sottosegretaria all’Economia, Maria Cecilia Guerra, questo è stato soltanto un primo passo di una riforma fiscale ben più complessa e articolata, che vedrà la luce nei mesi a seguire.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Argomenti: ,