Superbonus 110: sconto o cessione del credito anche con fattura cartacea?

Nel DDL di bilancio, a partire dal prossimo anno, è disposto che le opzioni per lo sconto in fattura e per la cessione del credito potranno essere esercitate solo per le spese ammesse al superbonus.

di , pubblicato il
Superbonus 110%: proroga semplificata per condomini e IACP

Nel DDL di bilancio, a partire dal prossimo anno è disposto che le opzioni per lo sconto in fattura e per la cessione del credito potranno essere esercitate solo per le spese ammesse al superbonus. Difatti, per tutti gli altri bonus casa, i contribuenti non avranno altra scelta che detrarre le spese in dichiarazione dei redditi. Per quote annuali.

Nel testo finale della Legge di bilancio 2022, non è escluso che qualcosa in merito potrebbe cambiare.

Negli ultimi mesi, in redazione sono arrivati diversi quesiti dei nostri lettori con i quali ci è stato chiesto se, ai fini delle suddette opzioni, la fattura emessa dal fornitore dei lavori debba essere per forza in formato elettronico o se è ammessa anche la fattura cartacea.

Ad esempio, può essere il caso di un idraulico o di un tecnico in regime forfettario che non è tenuto ad emettere fattura elettronica.

Lo sconto in fattura e la cessione del credito

L’opzione per lo sconto in fattura o per la cessione del credito pari alla detrazione spettante, in alternativa all’indicazione della detrazione in dichiarazione dei redditi, è stata disposta con il D.L. 34/2020, decreto Rilancio. Le opzioni sconto in fattura/cessione, possono essere esercitate non solo per il superbonus ma anche per tutti gli altri bonus casa. Bonus ristrutturazione, ecobonus, sismabonus ecc.

Anche per il bonus facciate è ammessa la scelta per l’una o per l’altra opzione. Anche con spese 2021 e lavori terminati nel 2022.

Nel DDL di bilancio, a partire dal prossimo anno, è disposto che le opzioni in parola potranno essere esercitate solo per le spese ammesse al superbonus. Difatti, per tutti gli altri bonus casa, i contribuenti non avranno altra scelta che detrarre le spese in dichiarazione dei redditi.

Per quote annuali.

Nel testo finale della Legge di bilancio 2022, non è escluso che qualcosa in merito potrebbe cambiare.

Sconto in fattura e cessione del credito anche con fattura cartacea

Negli ultimi mesi, in redazione sono arrivati diversi quesiti dei nostri lettori con i quali ci è stato chiesto se, ai fini delle suddette opzioni, la fattura emessa dal fornitore dei lavori debba essere per forza in formato elettronico o se è ammesso anche lo sconto in fattura/cessione superbonus con fattura cartacea.

Ad esempio, può essere il caso di un idraulico o di un tecnico in regime forfettario che non è tenuto ad emettere fattura elettronica.

Ebbene, la norma che ammette le suddette opzioni di sconto in fattura o cessione del credito, non prevede nulla a riguardo. Neanche il provvedimento dell’8 agosto 2020.

Ad ogni modo, è corretto affermare che la fattura sarà in formato elettronico (con copia cartacea per il privato) se colui che la emette è obbligato alla fattura elettronica; sarà invece cartacea se colui che la emette non è tenuto ad adottare il formato elettronico.

Argomenti: ,