Superbonus 110%: risvolti sanzionatori per il visto di conformità infedele

L’Agenzia delle Entrate dovrebbe fare chiarezza sulle sanzioni applicabili in caso di rilascio di visto di conformità infedele a fronte dell’opzione di cessione del credito o sconto in fattura prevista per il superbonus 110%

di , pubblicato il
L’Agenzia delle Entrate dovrebbe fare chiarezza sulle sanzioni applicabili in caso di rilascio di visto di conformità infedele a fronte dell’opzione di cessione del credito o sconto in fattura prevista per il superbonus 110%

Chi, a fronte di spese che danno diritto a godere del superbonus 110% di cui al decreto Rilancio, intenda optare, in luogo della detrazione fiscale, per la cessione del credito o sconto in fattura deve acquisire, tra l’altro, il visto di conformità che attesti la sussistenza dei presupposti che danno diritto al beneficio.

Ma chi rilascia il visto e quali sono le conseguenze per eventuale visto infedele?

I soggetti che possono rilasciare il visto di conformità

Tra i vari documenti necessari per godere del superbonus 110%, vi rientra il visto di conformità. In realtà il visto va rilasciato solo nel caso in cui il contribuente decide di optare per la cessione del credito o per lo sconto in fattura, invece che godere del superbonus nella forma della detrazione fiscale in dichiarazione.

Con il visto di conformità, in pratica, si attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione d’imposta. È rilasciato dagli stessi soggetti che possono essere incaricati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni e, quindi:

  • dottori commercialisti,
  • esperti contabili,
  • consulenti del lavoro,
  • periti ed esperti tenuti dalle CCIAA,
  • responsabili dei Caf-impresa o dei Caf-dipendenti.

Visto di conformità infedele: quale sanzione si applica per chi lo rilascia?

Ciò su cui bisognerebbe fare chiarezza è il regime sanzionatorio che andrebbe ad applicarsi in caso di rilascio di visto di conformità infedele. Dalla Circolare n. 24/E del 2020 (contenente chiarimenti sul superbonus 110%) sembra, infatti, intuirsi che la sanzione applicabile a chi rilascia visto di conformità infedele per superbonus 110% sia quella per le infedeli attestazioni/asseverazioni e quindi da euro 2.000 a euro 15.000 per ciascuna attestazione.

Il dubbio che andrebbe chiarito è se la sanzione per infedele visto di conformità in capo a chi lo rilascia sia questa appena indicata o, invece, sia la stessa di quella prevista per infedele visto rilasciata sulle dichiarazioni fiscali.

A tal proposito ricordiamo che devono essere dotate di visto di conformità le dichiarazioni fiscali (Iva, redditi, Irap e 770) in cui si chiede di compensare credito per importi superiori a 5.000 euro o laddove si voglia avere l’esonero della garanzia per il rimborso del credito Iva superiore a 30.000 euro (salvo che si tratti di soggetti che sottoscrivono la relazione di revisione).

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,