Superbonus 110%: nel PNRR c’è la proroga al 2023

Proroga al 2023 del superbonus 110% e semplificazione burocratica di accesso al beneficio. Queste le proposte contente nel PNRR trasmesso alle Camere

di , pubblicato il
Superbonus 110%: nel PNRR c’è la proroga al 2023

È stato messo a punto dal Consiglio dei Ministri del 24 aprile 2021 il PNRR (Piano Nazionale di ripresa e resilienza) che ora è trasmesso alle Camere.

Il piano, che si si inserisce all’interno del programma Next Generation EU (NGEU), ossia il pacchetto da 750 miliardi di euro concordato dall’Unione Europea in risposta alla crisi pandemica, contiene anche la proposta di proroga del superbonus 110%.

Superbonus 110%: il quadro attuale

Ricordiamo che, il superbonus 110% è attualmente disciplinato dall’art. 119 del decreto Rilancio e ritoccato dalla legge di bilancio 2021. Sulla base della vigente normativa, il superbonus 110% spetta:

  • per la generalità dei contribuenti, con riferimento alle spese fatte dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022
  • a fronte di spese fatte nel periodo 1° luglio 2020 – 31 dicembre 2022, nel caso di interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali nonché dalle persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione, con riferimento ad edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate posseduti da un unico proprietario o in comproprietà, per i quali alla data del 30 giugno 2022 risultano effettuati lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo
  • per spese sostenute nel periodo 1° luglio 2020 – 30 giugno 2023, in caso di interventi effettuati dagli istituti autonomi case popolari (IACP), per i quali alla data del 31 dicembre 2022 sono eseguiti lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo (vedi anche Superbonus 110%: proroga lunga per gli IACP).

Proroga superbonus al 2023 e semplificazione burocratica

Al fine di far fronte ai lunghi tempi di ammortamento delle ristrutturazioni degli edifici, per stimolare il settore edilizio, da anni in grave crisi, e per raggiungere gli obiettivi di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni al 2030, il PNRR contiene la proposta di estendere la misura del superbonus 110% al 2023.

Rimanendo in ambito superbonus 110% la proposta è anche quella di adottare un provvedimento d’urgenza che vada a snellire e semplificare l’iter burocratico per l’accesso al beneficio stesso. A tal proposito, il documento PNRR trasmesso alle Camere, infatti, evidenzia come

L’attuazione del superbonus ha incontrato molti ostacoli connessi alla necessità di attestare la conformità edilizia particolarmente complessa per gli edifici risalenti, come segnalato dall’ANCI, dalla rete delle professioni tecniche e dalle associazioni imprenditoriali (con attese fino a 6 mesi per l’accesso agli archivi edilizi).

L’obiettivo, dunque, è quello di accelerare l’iter di accesso, rimuovendo i cavilli e gli ostacoli burocratici previsti dall’attuale disciplina normativa.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,